Focaccia povera

Focaccia povera


EDIT: a causa di inattesi disservizi di Blogger sono andati persi molti dei commenti lasciati a questo post. Mi dispiace molto, non so bene cosa sia successo.. so solo che i commenti non ci sono più :-(( Vi chiedo scusa.


E dopo tutti questi dolci è proprio giunto il momento di proporvi una specialità tipica della mia terra, l'Alto Salento: a volte tra tutte queste ricette d'importazione dimentico quello che più mi piace e mi rappresenta! E allora via di focaccia! ^___^ Cosa c'è di meglio di una preparazione del genere, semplice e sfiziosa allo stesso tempo? Durante le vacanze pasquali mia mamma ne ha preparate di deliziose nel nostro forno a legna, ma devo ammettere che anche qui a Bologna, il mio modesto forno a gas continua a stupirmi e a deliziare il mio palato! Attenzione però, che il nome "focaccia povera" non vi tragga in inganno: qui di povero c'è davvero ben poco vista, tra l'altro, la presenza di patate nell'impasto per conferire ancora più morbidezza. E' solo per differenziarla dalle focacce più ricche, "le ripiene" ( soprattutto di cipolla ), che rappresentano un altro caposaldo della mia zona. Da assaggiare anche quelle, eh? ^__*


 [ Focaccia povera ]

Per l'impasto:
farina manitoba 450g (oppure 200g di manitoba e 250 di farina 0 )
patate piccole 2
lievito di birra fresco 1/3 di panetto
acqua tiepida 200ml
sale q.b.

pomodorini ciliegini una manciata abbondante
olive nere q.b.
cipolla cruda piccola 1/4
origano q.b.
olio e.v.o. q.b.

Lessare le patate, sbucciarle ancora calde e schiacciarle con una forchetta fino a ridurle quasi in purea. In un pentolino scaldare l'acqua e sciogliervi un po' di sale grosso, q.b.
In una ciotola capiente unire alle patate la farina manitoba, l'acqua salata ed il lievito: lavorare brevemente fino ad ottenere un impasto molto morbido, elastico ed appiccicoso. Coprire con un panno e riporre in un luogo caldo. Una volta che l'impasto sia raddoppiato di volume, stenderlo delicatamente in una teglia leggermente unta d'olio e.v.o. Tagliare subito a metà i pomodorini e schiacciarli sulla superficie dell'impasto appena steso. Unire anche le olive, l'origano, la cipolla tagliata a fettine sottili, un pizzico di sale grosso ed un paio di cucchiai di olio e.v.o. 
Coprire la teglia con pellicola trasparente e lasciar lievitare il tutto, nuovamente fino al raddoppio, per circa un'ora. A questo punto infornare in forno già caldo a 200°C. 



Focaccia povera

12 commenti

  1. chiamala povera!!! ;-D che bbbuona!!!! un bacio ;-)

    RispondiElimina
  2. splendida. e non dico altro :)

    RispondiElimina
  3. ...giusto in tempo per uno spuntino di mezza giornata... e a pranzo? ... uhmmm ... ancora focaccia... che bella ricetta cara anemone, ho avuto il piacere di assaggiarla proprio qualche settimana fa, e proprio nella tua terra pugliese... semplicemente stupenda...

    buona giornata

    RispondiElimina
  4. Eh no....non posso restare a guardare!!!
    MA questa è una vera bontàààààà!!!
    Cara anemone siccome la tua terra mi ha adottato con i suoi sapori e la sua cucina,tenterò nell'impresa di farla con le mie mani per la gioia del maritino ;)
    Sei sempre una miniera di golose bontà!
    Un bacio grande!

    RispondiElimina
  5. a me sembra molto povera. sì, povera lei, perchè finisce subito divorata! :D

    RispondiElimina
  6. povera?? cavoli... è una meraviglia ^_^

    RispondiElimina
  7. Anemone, non sapevo che eri Salentina. Sono innamorata della tua terra dove dono stata poche settimane fa. Conosco questa focaccia ed e' un delirio di sapore. Ho scoperto pero' che in quasi tutti i paesi della Puglia, dal nord barese al Salento estremo, hanno la loro focaccia, ed e' simile ma sempre diversa anche per un piccolo dettaglio, dall'altra. E' un'eredita meravigliosa e ti auguro di preservarla per sempre...foto fantastiche come sempre. Bacio, Pat

    RispondiElimina
  8. Il tuo blog ha attirato la nostra attenzione per la qualita delle sue ricette.
    Saremmo felici se lo registrassi su Ptitchef.com in modo da poterlo indicizzare.

    Ptitchef e un sito che fa riferimento ai migliori siti di cucina del
    Web. Centinaia di blog sono gia iscritti ed utilizzano Ptitchef per
    farsi conoscere.

    Per effettuare l'iscrizione su Ptitchef, bisogna andare su
    http://it.petitchef.com/?obj=front&action=site_ajout_form oppure su
    http://it.petitchef.com e cliccare su "Inserisci il tuo blog - sito"
    nella barra in alto.

    Ti inviamo i nostri migliori saluti

    Vincent
    Petitchef.com

    RispondiElimina
  9. yeaaahhh!!!Via di focacciona super morbida e squisita!!! ma adesso ti svelo un mio piccolo problemino...ho appena cenato, no...poi passo di qui...e mi riviene fame...uff...che fare!?!?Corro a farmi una focacciona come la tua, ovvio!!!

    RispondiElimina
  10. Mamma che meraviglia! Non c'è niente da fare le cose semplici sono quelle più buone ^__^

    RispondiElimina
  11. Ciao cara,
    ho postato la focaccia fatta grazie alla tua ricetta,
    la trovi qui con i riferimenti e il link a te:
    http://dolcifusa.blogspot.com/p/dolci-fusa-cooking.html
    Ciao,
    Veronica

    RispondiElimina

Mari

La mia foto
Bologna, Italy
[ Anemone's Corner è il giardino segreto di una portatrice sana di golosità. Qui crescon come funghi muffins colorati e sboccian profumati biscotti e lievitati ]

Contact

Nome

Email *

Messaggio *