:: La pastiera napoletana ::




:: La pastiera napoletana :: 

Prima di iniziare a parlare della ricetta "autentica" della pastiera "alla napoletana", riveliamo un piccolo particolare riguardo agli ingredienti.
Infatti alcuni pasticcieri napoletani al posto del grano classico (elemento fondamentale della pastiera) preferiscono impiegare l'orzo perlato, detto anche orzo di Germania a "grani grossi".




Ed ora passiamo a parlare della ricetta "autentica" di questo tipico dolce pasquale. 
Innanzitutto bisogna, qualche giorno prima della preparazione effettiva, pensare al grano: dopo averlo mondato, si mette a bagno per due o tre giorni. Siccome la quantità di grano "bagnato" che servirà all'impasto sarà di 250g, bisogna regolarsi di conseguenza. Possiamo quindi mettere a bagno circa 170/200g di grano asciutto.
Se, invece, vogliamo adoperare l'orzo, basterà metterlo a bagno la sera prima. 


Preparazione della pasta frolla
Ingredienti:
farina 300g
zucchero 150g
 burro 150g
(o strutto, da ricetta originale)
tuorli d'uovo 3
Riunire i vari ingredienti senza lavorare troppo la pasta, fare una sfera di pasta e lasciarla poi riposare in luogo fresco per circa 30 minuti.




Intanto, pesare i 250g di grano o orzo (bagnato) e cuocerli per circa 15 minuti in acqua.. dopodiché, scolare l'acqua e mettere il grano (o orzo) in 500ml di latte bollente. 
Aggiungere un pizzico di sale, una buccia di limone tagliata sottile (senza traccia del bianco), un cucchiaio di zucchero e un pizzico di cannella in polvere. Coprire la pentola contenente il composto e lasciar cuocere a fuoco lento fino a quando il latte non si sia tutto asciugato. Travasare il composto in un piatto e lasciar raffreddare, togliendo la buccia di limone.
In una terrina porre 500g di ricotta, lavorare la stessa con un cucchiaio per ammorbidirla. Molti aggiungono alla ricotta crema pasticcera preparata separatamente, ma ciò non è consigliabile. Si preferisce condire la ricotta nel modo che andremo a descrivere, raggiungendo un risultato assai superiore per finezza e gusto. 
Alla ricotta ammorbidita si aggiungono 350g di zucchero, e uno alla volta, 6 tuorli d'uovo, sempre mescolando. 
Aggiungere un buon pizzico di cannella, la raschiatura di un limone, acqua di fior d'arancio (1 o 2 cucchiai), 200g di scorzette di cedro e di zucca candita a dadini
Si unisca in ultimo il grano (o orzo) e mescolare bene per amalgamare il tutto. 
A tale composto si aggiungano, con molta delicatezza, le chiare di 4 uova montate a neve ben ferma.


Utilizzare una teglia da 25cm di diametro con bordo non troppo basso, ungerla con un velo di burro (o strutto). Prendere la pasta frolla e dividerla in due pezzi non omogenei. 
Con mattarello stendere a disco il pezzo più grande, foderare con questo l'interno della teglia. Tagliare la parte sovrabbondante dei bordi. Versare il composto preparato con la ricotta nella teglia foderata, spianandolo con un coltello. 
Con la parte rimanente della pasta frolla, formare delle fettucce della larghezza di due dita, disegnando sul composto un reticolato (come se si trattasse di una crostata). 
Mettere in forno a calore moderato (180°C) per circa 45 minuti, fino a che la pastiera non avrà assunto un color "oro". Prima di servirla, spolverizzare con zucchero a velo.




17 commenti

  1. Buondì tesorino!
    Ma sai che la pastiera è un dolce che non ho mai fatto? Eh sì che prima o poi bisogna che mi ci metta perchè il mio ragazzo la chiede a gran voce... quindi mi salvo la tua ricetta ;)
    Un bacione!

    RispondiElimina
  2. Ciao Camo!!
    Ma allora qui bisogna subito rimediare!
    La ricetta è super collaudata: proviene, infatti, da un vecchio taccuino di ricette di una nonna campana.. la nonna di aNoNiMo.kawaii!!

    Un bacione a te!!
    ^__^

    RispondiElimina
  3. buonissimo la pastiera ne sono golosa!

    RispondiElimina
  4. Ciao Mary!!
    Allora vieni a prenderne una fettona da me!!!!
    ^___^

    RispondiElimina
  5. Neanch'io l'ho mai fatta, però giusto ieri un'amica di famiglia che h origini campane ce l'ha portata!!! ^_^
    Ti è venuta benissimo, le foto mi piacciono un sacco, soprattutto la penultima.
    Un bacione tesorino*

    RispondiElimina
  6. proprio questa mattina talpy e mamma pinocchia hanno fatto colazione con una fetta di pastiera fatta a mano da noi.. ma la tua è davvero bellissima! e ci batte di sicuro.. :) complimenti!

    c'è qualche differenza nella ricetta (posterò la nostra fra pochi giorni), ma siamo stati noi ad averla voluta alleggerire un po'!

    ad ogni modo, buon appetito e tanti auguri di buona pasqua! talpy ti ha lasciato un premio sul suo blog.. :D

    http://lericetteditalpy.splinder.com/

    RispondiElimina
  7. Che meraviglia!
    Ma questa è una Signora Pastiera *__*
    Mi ricordo che la fece a mia mamma una signora napoletana... era divina, non ne ho più ritrovate di buone in quel modo.

    Bacini*

    RispondiElimina
  8. Ma sai che io non l'ho mai fatta, ma neanche assaggiata... Sacrilegio, immagino...
    Posso però sempre rimediare con la tua, no?!?!
    Buon pomeriggio cara!

    RispondiElimina
  9. Buongiorno Anemone e buon giovedì!
    che foto meravigliose, adoro la luce!
    e poi che pazienza nel fare la pastiera, accidenti!
    un abbraccio pasquale!
    Juls

    RispondiElimina
  10. Da noi non è Pasqua senza pastiera.
    ^_^

    RispondiElimina
  11. buonissima!!!!!!!!!! ti copio la ricetta perchè è tanto che la volevo fare...domanda....ho comprato il grano già cotto al supermercato....è un'eresia???? il fatto è che non sono riuscita a trovare il grano crudo!!!
    Buona Pasqua e un bacio
    Pippi

    RispondiElimina
  12. Pernfortuna che sei passata da me altrimenti non avrei scoperto questo bellissimo blog!
    Che belle foto che fai!
    La pastiera mi piace mangiarla... ma non l'ho mai fatta!
    Buona Pasqua
    Silvia

    RispondiElimina
  13. Ecco, la pastiera è uno di quei dolci che non ho mai assaggiato ^_^
    dovrò rimediare al più presto!

    RispondiElimina
  14. @ Sweet: grazie tesoro!! Quella foto è venuta carina!! Piace anche a me..un bacione forte a te!


    @ Talpy: ma grazie Talpy!! ^___^
    Grazie per il premio..e riguardo alla pastiera, sono molto curiosa di vedere la tua...sono sempre alla ricerca di varianti interessanti!!
    E so che la tua sarà splendida!! ^__^
    Auguri anche a voi!!


    @ Tartina: grazieeeee!! La signora pastiera è "andata via" proprio stamattina..altrimenti ti avrebbe salutata volentieri!!
    ^__________*



    @ Carolina: cara Caro!! Ma sì..si può tranquillamente rimediare!!
    Ti auguro giornate serene..e salutami ancora la nonna, ecco!!
    ^__*

    RispondiElimina
  15. @ Juls: grazie cara! Mi piacciono molto le foto luminose..non sempre mi riescono..io ci provo!!!
    ^___*

    @ Aerie: eh sì!!
    Infatti questa ricetta mi è stata data da una speciale signora campana!
    Un bacione!

    @ Pippi: ti ho risposto sul tuo blog cara Pippi! Tranquilla..va bene anche il grano precotto! ^__*

    @ Furfecchia: grazie Silvia! Che dolce! ^__^
    Se fai la pastiera..allora fammi sapere!!
    ^_* Auguri a te!!

    @ Fiordilatte: ciao carissima!! In effetti ci sono parecchie persone che non l'hanno mai assaggiata..perciò TUTTI A FARE LA PASTIERA, su!!

    Un bacione enorme!!


    @Fiordilatte:

    RispondiElimina
  16. Ciao Anemone, spero che hai passato una buona pasqua e una buona pasquetta! Lo sai che anche io quest'anno mi sono cimentata con la pastiera? Solo che penso di averla fatta un po' troppo alta!

    RispondiElimina

MARI

La mia foto
Bologna, Italy
[ Anemone's Corner è il giardino segreto di una portatrice sana di golosità. Qui crescon come funghi muffins colorati e sboccian profumati biscotti e lievitati ]

Contact

Nome

Email *

Messaggio *