Torta al cioccolato fondente con pere e pistacchi: Buone Feste!

23 dicembre 2013

Torta al cioccolato fondente con pere e pistacchi

Proprio in questo momento, mentre il post si autopubblica, io sarò su un volo diretto al circolo polare artico: vado al freddo freddo freddo, anche se dicono che quest'anno non sarà poi così rigido! Mentre scrivo, invece, ho pile di pile [ ah ah ah, cogliete il gioco di parole?? intendo montagne di indumenti in tessuto sintetico :-P ] da mettere in valigia, non ne ho mai visti così tanti in casa mia! E, tra una calzamaglia e l'altra, non potevo non salutarvi e augurarvi Buone Feste. Anemone's Corner sarà stato anche un po' incostante ultimamente, ma vuole bene ai suoi amici e lettori e vi saluta con una ricetta adattissima al periodo: una torta dal gusto rotondo, ricco, che mi ha davvero sorpresa perché non credevo potesse essere così particolare come sapore e consistenza! Ora, immancabile, arriva il dictat per voi: dovete proprio provarlaaaa! E poi fate come c'è scritto sui cartoni delle pizze: se vi piace, ditelo ai vostri amici.. se non vi piace, ditelo direttamente a me! ^____*


❤ Buone Feste di cuore, ci risentiamo nel 2014: speriamo sia finalmente un anno più sereno per tutti..


 [ Torta al cioccolato fondente con pere e pistacchi ]

Ingredienti per una tortiera di circa 20-22cm di diametro:
cioccolato fondente al 70% 200g
pistacchi tritati 70g
pere 2
burro morbido 150g
zucchero 150g
uova 3
farina 0 150g
lievito per dolci 2 cucchiaini


Tritare il cioccolato fondente ed i pistacchi e mettere da parte. In una terrina capiente battere a crema il burro morbido con lo zucchero utilizzando uno sbattitore elettrico ( o la planetaria ) fino ad ottenere un bel composto liscio. Aggiungere le uova, uno per volta, e lavorare bene fino a completo assorbimento, poi aggiungere anche farina e lievito setacciati. Versare i pistacchi ed il cioccolato, precedentemente tritati, e le pere tagliate a pezzi non troppo piccoli. Mescolare brevemente con un cucchiaio di legno e trasferire il tutto in una tortiera imburrata e infarinata. Cuocere, in forno già caldo, a 180°C per circa 40 minuti, fino a doratura.
La ricetta è tratta da Gourmet Traveller e tradotta da me.

SUGGERIMENTI:
❤ La ricetta originale prevede anche una ganache al cioccolato come copertura: per carità, buona eh! Ma non volevo aggiungere altro, la torta è già bella ricca così! :-P Però, se volete dare un'occhiata al topping leggete direttamente qui.

❤ Come vedete dalle foto questo dolce è molto umido: mi ha ricordato come consistenza quelle torte che ho assaggiato nei paesi nordici! Provatela, davvero: non vi deluderà! ^____^


Torta al cioccolato fondente con pere e pistacchi

Biscotti al caffè

11 dicembre 2013

Biscotti al caffè

Iu-uhhhhh: c'è nessuno?? ^___^ Ciao amiciii! Non sono stata risucchiata da un buco nero, eh!? Sono ancora qui: grazie a tutte tutte tutte le persone che mi hanno scritto per chiedere che fine avessi fatto... ebbene eccomi, un po' più incasinata del solito, un po' più rintronata del solito, ma alla fine va bene così, dai! Grazie ancora a tutti! ^____^

Ho pensato di riprendere con una ricettina dolce perfetta per il periodo. La forma a chicco di caffè che ho cercato di ricreare ( senza riuscirci del tutto :-P ) dà sicuramente un tocco in più a questi biscotti che mi piacciono davvero tantissimo e che rifarò al più presto, così buoni e rustici. E poi trovo siano carinissimi come regalino goloso per Natale, magari accompagnati da una confezione di buon caffè aromatizzato!


 [ Biscotti al caffè ]

Ingredienti:
burro freddo 125g
zucchero a velo 40g
latte freddo 1 cucchiaio
farina 0 135g
farina di riso 2 cucchiai
caffè macinato fresco 2 cucchiaini abbondanti
vaniglia in semi 1/2 cucchiaino


Versare lo zucchero a velo, il burro ed il latte - freddi - nella ciotola del mixer ed azionare per qualche secondo. Aggiungere le farine, il caffè in polvere e la vaniglia in semi ed andare avanti fino ad ottenere un impasto sodo che si staccherà dalle pareti. Avvolgere il tutto nella pellicola trasparente e lasciare in frigo per almeno 30 minuti prima di servirsene. Dare ai biscotti la forma che si desidera ( in questo caso quella di un chicco di caffè ) ed infornare, in forno già caldo, a 180°C per circa 15 minuti o fino a doratura.
La ricetta è tratta dal blog 'Toasty Biscuit', tradotta e modificata da me.


SUGGERIMENTI:
❤ Se non siete di frettissima: prima di infornare, trasferite i biscotti in freezer per una decina di minuti per fare in modo che in cottura mantengano meglio la forma.

❤ Vi va di dare un'occhiata alle Idee Golose per il Natale degli anni passati? Questo è il link, troverete tantissimi spunti interessanti! :-D

Favourites of the week #73

18 ottobre 2013

Favourites of the week #73


1. 2. 3. 4.

Muffins con uva rossa e caprino stagionato

15 ottobre 2013

Muffins con uva rossa e caprino stagionato

Non vedevo l'ora arrivasse l'autunno: i colori caldi, i primi freddi, le coperte di lana tirate fuori dall'armadio, le candele profumate sempre accese sulla scrivania.. ed io qui a scrivere un post mentre ascolto la playlist 'nostalgic' che ho creato appositamente per il periodo! :-)

❤ Ed eccoci alla ricetta di oggi: dei muffins salati con caprino stagionato e uva, un abbinamento che mi ha conquistata! Addentare il muffin e ritrovarsi con un acino d'uva è davvero una bella sorpresa per il palato! La ricetta è tratta dal pluricitato 'Cake dolci e salati' di Ilona Chovancova, un libro che, a dispetto degli anni, non smette di regalare sempre nuovi spunti: trovo sia un perfetto regalo per un'amica appassionata di cucina! ^____^


 [ Muffins con uva rossa e caprino stagionato ]

Ingredienti per circa 10-11 muffins:
uova 3
latte parzialmente scremato 100ml
olio extravergine oliva 80-100ml
farina 0 180g
caprino stagionato 60g
uva rossa ( per me cardinale ) 10-15 acini
rosmarino fresco 1 manciata scarsa
lievito per torte salate 1 bustina
pepe q.b.


Scaldare il forno a 180°C. Tritare grossolanamente il rosmarino. Foderare con i pirottini una teglia per muffins. In una terrina capiente, sbattere leggermente le uova con l'olio e.v.o ed il latte. Aggiungere gli altri ingredienti: la farina, il lievito, il caprino stagionato, il rosmarino, il pepe e mescolare bene. Infine, unire l'uva e lavorare brevemente. Versare nei pirottini ed infornare per circa 25-30 minuti in forno già caldo, o fino a doratura.
La ricetta è tratta da Cakes Dolci e Salati di Ilona Chovancova e leggermente modificata da me.

Favourites of the week #72

11 ottobre 2013

Favourites of the week #72


1. 2. 3. 4.

Favourites of the week #71

4 ottobre 2013

Favourites of the week #71


1. 2. 3. 4.

Insalata di mele, feta, uva bianca, radicchio e.. cuori di carota!

1 ottobre 2013

Insalata di mele, feta, uva bianca, radicchio e.. cuori di carota!

Avete notato che ultimamente la categoria insalate&Co. si sta rinvigorendo? Devo aver preso gusto a testare sempre nuovi abbinamenti, credo sia il mio palato in persona a richiederlo! ^__* Notoriamente le insalate sono piatti super veloci, leggeri e al tempo stesso gustosi: ma quella che al momento è diventata una piccola sfida è curarne l'aspetto, rendere carina e romantica anche una semplice insalata.. i cuori di carota o questi fiocchetti di salmone ne sono la dimostrazione! :-)

Mi capita spesso di pranzare da sola e se c'è una cosa che anche da piccola facevo di rado era saltare quest'aspetto. Sì, a pensarci bene è così da sempre, non solo per le foto che vedete in questo momento: io guardo il piatto, lo "acconcio", annuisco se sono soddisfatta e poi gusto! Lo faccio per me, e non è affatto superficiale come credevo, è solo un cosa semplice che mi fa stare bene..


 [ Insalata di mele, feta, uva bianca, radicchio e carote ]

Ingredienti per una persona:
carote 2 piccole
radicchio rosso a piacere
uva bianca una decina di acini
mela rossa 1/2
succo di 1/2 limone
feta 100g
semi di sesamo biologici 1 cucchiaino
olio extravergine di oliva 2 cucchiaini
sale q.b. 


Lavare ed asciugare le carote, l'uva, la mela ed il radicchio. Sgocciolare bene e tagliare il radicchio. Dividere la mela in fettine ed irrorarle con il succo di limone per evitare che anneriscano. Sciacquare la feta sotto l'acqua corrente per circa 10 secondi per eliminare il sale, asciugarla con un foglio di carta assorbente e tagliarla a cubetti. Tagliare le carote ed eliminare i semi dagli acini d'uva. Tostare il sesamo in una piccola pentola antiaderente coperta, per pochi secondi, finché scoppietta. Disporre nel piatto tutti gli ingredienti, aggiungere il sesamo tostato, l'olio, il sale e servire.
La ricetta è tratta da un vecchio numero di Donna Moderna e riportata qui.

SUGGERIMENTI:
❤ Volete sapere come ho fatto i cuoricini di carota? Ecco qui la risposta, seguite il post passo passo e sarà semplicissimo! ^___^


Insalata di mele, feta, uva bianca, radicchio e.. cuori di carota!

Favourites of the week #70

27 settembre 2013

Favourites of the week #70


1. 2. 3. 4.

Farinata di ceci

24 settembre 2013

Farinata di ceci

Un po' di tempo fa vedo la farina di ceci in bella vista sugli scaffali di un supermercato biologico: è in offerta, la prendo! Mi serve per un motivo non prettamente culinario - non ridete - ma come metodo alternativo per lavare i capelli. Probabilmente molte di voi lo sapranno già, magari altre no, fatto sta che chi si è avvicinato ai prodotti naturali da un po' sa bene quanto sia acclamato questo "shampoo"!
Di solito si procede creando una pappetta con farina di ceci, argilla verde, acqua, aceto e, a discrezione, qualche goccia di olio essenziale. Ebbene, tutta questa solfa per dirvi che ancora non mi sono cimentata nell'impresa perché, alla fine, invece dello shampoo ho preparato la farinata di ceci: ecco, come al solito la gola batte tutto! *____*'


 [ Farinata di ceci ]

Ingredienti per una teglia da circa 28cm di diametro:
farina di ceci 200g
acqua fredda 500ml
olio extravergine d'oliva 4 cucchiai
sale grosso 2 cucchiaini
rosmarino fresco 4 rametti
pepe macinato fresco a piacere


Versare l'acqua fredda in una terrina con 1 cucchiaio d'olio. Sbattendo, incorporare lentamente la farina di ceci ed il sale, fino ad ottenere un composto cremoso e senza grumi. Coprire e lasciar riposare in frigo almeno per almeno 30 minuti. Preriscaldare il forno al massimo della temperatura ( per me 250°C ), ungere lo stampo con l'olio d'oliva rimanente utilizzando un pennello da cucina. Mescolare l'impasto e versarlo nello stampo, spolverizzare con il rosmarino e cuocere per circa 20 minuti o fino a doratura completa. Servire tiepida, dopo aver spolverizzato con sale e pepe. La ricetta è tratta da Pizze & focacce di Sale&Pepe Collection.


Farinata di ceci


SUGGERIMENTI:
❤ Questa è a tutti gli effetti una ricetta per celiaci: la farina di ceci non contiene glutine ed infatti, sul libro da cui la ricetta è tratta, la farinata viene indicata anche come ottima base pizza, magari condita con gamberoni, pomodori e pancetta a cubetti. Insomma, da provare!

❤ E' possibile preparare il composto la sera precedente, farlo riposare in frigo tutta la notte, e preparare la farinata il giorno seguente.


Farinata di ceci

Favourites of the week #69

20 settembre 2013

Favourites of the week #69


1. 2. 3. 4.

Gelato alle pere caramellate, cannella e cioccolato fondente

17 settembre 2013

Gelato alle pere caramellate e cioccolato

Eh sì, è ancora tempo di gelato! Ma, scusate, in fin dei conti: il gelato va mai fuori stagione? :-P Quest'anno, se riesco, mi piacerebbe prepararne anche in autunno/inverno, magari super speziati in versione natalizia o variegati al cioccolato e arricchiti con biscottini in pezzi.. mhhhh, oddio che fame mi viene alla sola idea! ^___* Non divaghiamo troppo, pensiamo alla ricetta del giorno: si tratta del miglior gelato che abbia mai preparato finore con la mia fida gelatiera acquistata - un annetto fa - da Lidl. Cremoso, particolare, ricco, insomma una vera delizia che vi straconsiglio di preparare il prima possibile, non vi deluderà.. scommettiamo? ^___^


 [ Gelato alle pere caramellate, cannella e cioccolato fondente ]

Ingredienti per circa 1 litro di gelato:
pere 300-350g
zucchero di canna bio 90g
panna fresca liquida 500ml
cioccolato fondente di ottima qualità 70g
cannella in polvere un pizzico


Lavare e sbucciare le pere, poi tagliarle in pezzi. Ridurre in pezzi piccoli anche il cioccolato fondente e tenere da parte. Versare lo zucchero in un grande tegame a fondo spesso e cuocere a fuoco vivace, prestando particolare attenzione. Quando lo zucchero sarà completamente sciolto e si sarà raggiunto il colore ed il grado di cottura desiderati ( in questo caso un ambrato scuro ) aggiungere i pezzi di pera per caramellarli. 

Servendosi di una spatola in silicone, mescolare il tutto e far sciogliere gli eventuali blocchi compatti di zucchero che si saranno formati con la riduzione della temperatura ( causata dall'aggiunta delle pere ). Continuare a cuocere per 10 minuti, fino a quando le pere saranno cotte. Togliere dal fuoco e, a filo, aggiungere la panna liquida fino a completo assorbimento. Lasciar raffreddare a temperatura ambiente, poi con un frullatore ad immersione frullare bene il tutto. Riporre in frigo per circa 4 ore, poi versare nella gelatiera e, secondo le indicazioni della macchina, preparare il gelato! Dopo circa 10 minuti dall'accensione della gelatiera, aggiungere al composto il cioccolato fondente in pezzi.
La ricetta è tratta dal blog What About Second Breakfast, tradotta e modificata da me.


SUGGERIMENTI: 
❤ Fate super attenzione a non scottarvi: la temperatura che raggiunge lo zucchero in cottura è altissima! Mi è successo più volte.. della serie provare per credere?? =___=' Avrei preferito di no!! ^___*

❤ A seconda dei gusti potete aromatizzare il gelato come più vi piace: io ho aggiunto cioccolato fondente e cannella, ma le alternative sono davvero tantissime! E, perché no, una versione con le mele caramellate come la mettiamo?


Gelato alle pere caramellate e cioccolato

Favourites of the week #68

13 settembre 2013

Favourites of the week #68


1. 2. 3. 4.

Insalata con crostini e pomodorini alla robiola e basilico: l'insalata prêt-à-porter!

10 settembre 2013

Insalata con crostini e pomodorini alla robiola e basilico

E adesso iniziamo a fare sul serio, era ora di riprendere con le ricette! ^___^ Immaginare un piatto, prepararlo e fotografarlo sono decisamente le cose che amo di più! Quella che vi propongo questo martedì è una ricetta ancora tutta estiva, colorata e sfiziosa: un'insalata "ricca" da gustare in pausa pranzo o perfetta per un picnic in compagnia! Voi che ne dite? ^__*

 [ Insalata con crostini e pomodorini alla robiola e basilico ]

Ingredienti per 2 persone:
insalata iceberg a piacere
pomodorini ciliegia 12
olive nere 50-60g
robiola 100g
pane tipo pugliese 4 fette piccole
basilico 5 foglie
olio extravergine di oliva 4 cucchiai
sale e pepe q.b

Lavare i pomodorini ciliegia, tagliarli a metà e svuotarli con l’aiuto di un cucchiaino, salarli internamente, capovolgerli e lasciarli riposare, in modo che perdano l’acqua di vegetazione. Lavare e sgocciolare l'insalata.
Preparare i crostini: con un pennello da cucina spennellare ogni fetta di pane con un cucchiaino d'olio e.v.o e tostarle sotto il grill del forno, 2-3 minuti per lato.
Tritare il basilico non troppo finemente e amalgamarlo alla robiola, lasciar riposare in frigo per circa 30 minuti. Riempire con questa farcia i pomodorini e ricomporli unendo le due metà. Raccogliere tutti gli ingredienti in un’insalatiera, condire con il restante olio extravergine, una presa di sale e pepe nero macinato al momento. Mescolare con cura e servire subito o trasferire in contenitori ermetici da viaggio.
La ricetta è tratta da "Insalate" de La Grande Cucina del Corriere della Sera, e rivisitata da me.

Insalata con crostini e pomodorini alla robiola e basilico

❤ Mi piace molto l'idea di un'insalata prêt-à-porter gustosa e bella da vedere! Come tocco finale -voi mi conoscete, io non sono mai contenta se non do un tocco personale al tutto- mi son divertita a preparare una semplicissima ghirlanda con dei cuori di carta e un po' di bakers twine e a decorare le posate di legno con del masking tape a pois colorati! Così anche il contenitore è carino ed io più contenta! ^__*

SUGGERIMENTI:
❤ L'idea dei pomodorini ripieni si adatta bene a svariate occasioni, non solo alle insalate! Potete tranquillamente proporli come aperitivo leggero e accompagnarli a qualche stuzzichino e.. ad un bel calice di vino bianco! ^__* 

Insalata con crostini e pomodorini alla robiola e basilico

Favourites of the week #67

6 settembre 2013

Favourites of the week #67


1. 2. 3. 4.

Buon settembre, sono tornata! [ Foto e buoni propositi ]

3 settembre 2013

Allora, vogliamo riprendere in mano le redini di questo blog? ^____^
Ciao a tutti amici, come state? Spero benone! I mesi estivi son passati così in fretta che ci ritroviamo, senza quasi accorgercene, già a settembre.. a riprendere i vecchi ritmi e le vecchie abitudini! Mi siete mancati moltissimo, e non vedevo l'ora di tornare a scrivere, ma mi son successe un casino di cose strane di recente.. per fortuna ora è quasi tutto risolto e son pronta a ricominciare con una nuova stagione di ricette, foto e tanti spunti da condividere!

Un mese fa son tornata per la terza volta a Stoccolma, passando prima per Copenhagen: ormai anche le pietre conoscono la mia passione per i paesi nordici, e questo viaggio è stato meraviglioso, quel raggio di sole che mancava da un po' nella mia vita. Ecco qualche foto per voi!


COPENHAGEN

Copenhagen

Copenhagen

Copenhagen

Copenhagen

Copenhagen

Copenhagen

Copenhagen


STOCCOLMA
E poi lei, Stoccolma: questa volta ci siamo concentrati su quelle zone che ancora non conoscevamo, ma siamo anche tornati nei nostri luoghi del cuore, dove ci siamo rilassati tra un kanelbullar e un succo di rabarbaro.. potevano mai mancare? :-P


Stoccolma

Stoccolma

Stoccolma

Stoccolma

Stoccolma

Stoccolma

Stoccolma

Stoccolma

Stoccolma


E per finire in bellezza, come nelle migliori delle tradizioni, facciamo un po' di buoni propositi per il futuro, magari è la volta buona!

Rigorosamente in ordine sparso:
❤ comprare un panno in mussola e una konjac sponge
❤ pensare un po' meno e fregarmene un po' di più ( questa è immancabile! )
❤ imparare a fronteggiare meglio gli imprevisti
❤ perfezionare l'applicazione dell'eyeliner
❤ vendere la vecchia reflex
❤ riprendere la rubrica Favourites of the week che mi piace tanto
❤ delegare, delegare, delegare
❤ comprare un buon pennello da sfumatura e una bb cream ecobio
❤ imparare a smacchiare le tovaglie
❤ mangiare più legumi
❤ smettere di comprare mascara
❤ smettere di fare foto storte con la nuova reflex e studiarne le millemila funzioni *____*
❤ NON smettere MAI di sorridere

.. e la lista sarebbe ancora lunga ma, lo faccio per voi, mi fermo qui!
Quali sono invece i vostri buoni propositi? Se vi va di condividerli con me fate pure! :-D


Schiacciatine grigliate al caprino e basilico

17 giugno 2013

Schiacciatine grigliate al caprino e basilico

E direi che, dopo mesi di onorato servizio, possiamo ufficialmente concedere un po' di ferie al forno, amico fidato di tante avventure e sventure! ^___* Eh sì eh, perché queste schiacciatine le ho preparate con la piastra in ghisa! Rapidissime e super sfiziose, da gustare con calma magari nei fine settimana di relax, io le trovo perfette per un brunch domenicale.. che ne dite, si può fare? :-P Vi saluto e vi abbraccio fortissimo mentre canticchio la mia nuova canzone preferita.. ♫♫ che vita di mmm.. ♫♫


 [ Schiacciatine grigliate al caprino e basilico ]

Ingredienti per 4 persone:
farina 0 200g
caprino 150g
basilico fresco tritato 1 manciata
albume 1
olio extravergine di oliva 100ml
pepe nero e sale grosso q.b.

Setacciare la farina raccogliendola in un’ampia terrina e incorporarvi metà dell’olio e 100ml di acqua fredda, amalgamare fino a ottenere un impasto sodo ed elastico, formare una palla, coprire con pellicola per alimenti e lasciare riposare per 1 ora.
Nel frattempo sbriciolare il caprino, incorporarvi il basilico tritato e profumare con un’abbondante macinata di pepe. Conservate in frigorifero.
Tirare fuori dal frigo l'impasto preparato precedentemente, trasferirlo sul piano di lavoro infarinato, dividerlo in otto parti uguali e modellare ciascuna di esse per formare una pallina. Stendere ognuna delle otto palline in una sfoglia sottile, in modo da ottenere altrettanti rettangoli dai bordi irregolari da spolverizzare con un po' di farina. Emulsionare l’albume con due cucchiai di acqua. Disporre al centro dei quattro rettangoli un poco di ripieno al caprino, spennellare i bordi con l’emulsione di acqua e albume e chiudere con i rettangoli rimasti, sigillando bene i bordi con le dita affinché il ripieno non fuoriesca. 

Spennellare le schiacciate con l’olio rimasto e cuocere su una griglia ben calda per 2 o 3 minuti, ponendo la parte unta a contatto con la superficie della griglia. Spennellare di olio la parte superiore, girarle e continuare la cottura per altri 2 o 3 minuti. Cospargere con il sale grosso e servite subito in tavola.
La ricetta è tratta da "Pane&C." de La Grande Cucina del Corriere della Sera.

Schiacciatine grigliate al caprino e basilico

Insalata con fragole, arancia e avocado

10 giugno 2013

Insalata con fragole, arancia e avocado

Quanto mi piace la frutta nelle insalate! E pensare che qualche anno fa ero il classico tipino scettico che storceva il naso davanti a mix del genere. Ahi ahi ahi, che errorone: da quando ho iniziato a testare non ho più smesso e gli esperimenti con le insalate continuano alla grande! E' troppo divertente questa cosa, fatelo anche voi, non abbiate mai paura degli abbinamenti un po' azzardati, a volte sono davvero sorprendenti!  ^___^ Tanto che questa volta, vista la varietà di frutta - avocado, fragole, arance - sembra più che altro una macedonia con un po' d'insalata! :-P


 [ Insalata con fragole, arancia e avocado ]

Ingredienti per 2 persone:
valeriana a piacere
fragole 10
arancia 1
avocado 1
il succo di 1/2 limone
olio extravergine di oliva 3 cucchiai
pepe nero q.b.

Sbucciare l’arancia e dividerla a spicchi. Lavare l’avocado e tagliarlo a tocchetti, dopo averlo diviso a metà per eliminare il nocciolo interno. Lavare le fragole sotto abbondante acqua corrente e sgocciolarle con cura. Lavare molto bene la valeriana. Unire tutti questi ingredienti in un'insalatiera.
In una ciotolina preparare un’emulsione con l’olio extravergine di oliva, il succo del limone ed il pepe nero in polvere. Condire l’insalata con questa emulsione, mescolare e servire.
La ricetta è tratta da "Insalate" de La Grande Cucina del Corriere della Sera e modificata da me.

SUGGERIMENTI:
❤ La ricetta da cui ho preso spunto invece delle fragole prevedeva l'uso di ribes rossi, che mi piacciono sempre tantissimo ma che ho preferito sostituire con delle fragole di fine stagione! Super approvate! 

Insalata con fragole, arancia e avocado

Tortine alle mandorle e panna acida

20 maggio 2013

2

E siamo già arrivati al penultimo lunedì di maggio! Lo so, sarò l'unica a dirlo: ma io adooooro il freschetto di questi giorni! ❤ Volete mettere: posso accendere ancora il forno senza pensieri! Eh sì, eh.. questioni serie qui! ^___* Così - finchè dura - mi diverto a preparare qualche dolcetto da gustare a colazione: oggi è la volta di tortine morbide morbide con mandorle e panna acida. Quest'ultima nei dolci non è una scoperta recente per me, ma fino a poco fa era difficilmente reperibile in giro. Per fortuna non è più così perché è un ingrediente che mi piace molto: estremamente versatile, si presta a preparazioni sia dolci che salate. Provate anche voi se potete, non rimarrete delusi!

❤ PICCOLA INFO: volevo segnalarvi che, a partire da oggi, da Lidl troverete la gelatiera che ho preso anch'io lo scorso anno. Il prezzo è di 25,00 euro e devo dire che non è affatto male, se non avete troppe pretese non fatevela scappare! ^____^


 [ Tortine alle mandorle e panna acida ]

Ingredienti per circa 10-12 tortine:
farina 0 250g
mandorle sgusciate e pelate 150g
mandorle a lamelle 20g
lievito per dolci una bustina
uova 2
panna acida 300ml
zucchero semolato 150g
vaniglia in semi 1/2 cucchiaino
olio e.v.o 3 cucchiai


Polverizzare nel mixer le mandorle intere e setacciarle in una terrina insieme alla la farina ed il lievito. In un’altra terrina sgusciare le uova, sbatterle leggermente con una forchetta e incorporarvi lo zucchero, la vaniglia in semi, l’olio e la panna acida, amalgamando gli ingredienti con una frusta elettrica azionata a bassa velocità. Unire al composto di uova la miscela in polvere e continuare a mescolare fino a ottenere un impasto omogeneo. Distribuire il composto nei pirottini, cospargere le tortine con le lamelle di mandorle, premendole delicatamente sull’impasto affinché non si spostino durante la cottura. Infornare e cuocere per circa 30 minuti in forno già caldo a 180 °C.
La ricetta è tratta da "Pane&C" de La Grande Cucina del Corriere della Sera e leggermente modificata da me.

SUGGERIMENTI:
❤ Naturalmente potete aromatizzare le tortine come più preferite: con della scorza d'arancia o limone, o magari con delle gocce di cioccolato!

Favourites of the week #66

17 maggio 2013

Favourites of the week #66


1. 2. 3. 4.

Insalata agrodolce con salsa allo zenzero

13 maggio 2013

Insalata agrodolce

Ed è arrivato anche il periodo degli esperimenti con le insalate! Ne sto preparando moltissime in questo periodo: una delle mie preferite è proprio questa dai sapori decisi e contrastanti. Mela, finocchio, arancia, cicoria.. insomma un potpourri di ingredienti che si sposano particolarmente bene insieme. E poi, vogliamo parlare di questi bellissimi colori? Finalmente un po' di allegria nel piatto!! Buona settimana amici e grazie sempre dell'affetto con cui seguite questo piccolo spazio! ❤

 [ Insalata agrodolce ]

Ingredienti per 4 persone:
rucola a piacere
finocchi 2
cicoria catalogna ( puntarelle ) 1 mazzetto
arance 2
mele rosse biologiche 2
maionese 3 cucchiai
limone 1
panna acida 1 cucchiaio abbondante
zucchero 1 cucchiaino
zenzero in polvere 1 cucchiaino


Lavare con cura le mele rosse e, senza sbucciarle, tagliarle prima a spicchi, eliminando il torsolo, poi a fettine sottili. Spremere il limone e irrorare le fettine di mela con metà del succo ottenuto in modo che non anneriscano. Lavare e sgocciolare la cicoria e tagliare le puntarelle. Mondare i finocchi e affettarli sottilmente. Sbucciare le arance e dividerle a piccoli spicchi. Riunire tutti gli ingredienti preparati in un’insalatiera.

Preparare un’emulsione mescolando accuratamente maionese, panna acida, zucchero, zenzero in polvere e il rimanente succo di limone. Versare l’emulsione agrodolce nell’insalatiera, mescolare e servire subito.
La ricetta è tratta da "Insalate" de La Grande Cucina del Corriere della Sera e leggermente modificata da me.

SUGGERIMENTI:
❤ La ricetta originale prevede l'uso di panna da cucina e non di panna acida: ma si sa che a me piacciono i sapori più decisi! Voi utilizzate pure quello che preferite! ^___^


Insalata agrodolce

Favourites of the week #65

10 maggio 2013

Favourites of the week #65


1. 2. 3. 4.

Tortano al pepe

7 maggio 2013

Tortano al pepe

Questa volta io non c'entro o, per fare una degna battuta da foodblogger, non è farina del mio sacco! :-P Perché - per la prima volta qui sul blog - non posto una ricetta preparata direttamente da me, ma dal mio lui e dalla sua mamma! ❤ Una sorpresa meravigliosa, un regalo tutto per me, preparato con amore sulla scia della migliore tradizione napoletana. Si tratta del tortano, un "panone" morbidissimo solitamente preparato nel periodo pasquale ( ma buono tutto l'anno, credetemi ) per accompagnare salumi e formaggi nostrani. Io stavolta ho solo fotografato ed assaggiato.. dopodiché ho assolutamente reclamato la ricetta per condividerla con tutti voi.. poi non dite che non vi voglio bene! ^___*

❤ NEWS: oggi sono la felice guest foodblogger di The Breakfast Review! Conoscete già questo sito? Io adoro il loro progetto di recensire colazioni su colazioni in giro per l'Italia! Li seguo davvero da tantissimo: sono sempre alla ricerca della colazione perfetta qui a Bologna, e loro mi sono spesso d'aiuto nella scoperta di nuovi posticini!


 [ Tortano al pepe ]

Ingredienti per un tortano medio:
farina manitoba 150g
farina 0 350g
sale 10g
acqua tiepida 250ml
lievito di birra 15g
sugna o burro 1/2 cucchiaio
pecorino 100g
pepe q.b.

Sciogliere il lievito in acqua tiepida, nel frattempo riempire la ciotola della planetaria con le farine 0 e manitoba. Aggiungere il sale e, poco alla volta, l'acqua tiepida con lievito ed azionare la planetaria. Far lavorare la macchina fino al raggiungere un impasto morbido e liscio. A questo punto aggiungere all'impasto la sugna ( o il burro ) , il pecorino ed il pepe. Continuare a lavorare l'impasto per circa 5 minuti fino a quando gli ingredienti aggiunti non si siano amalgamati con l'impasto originario. Svuotare la ciotola su di un piano di lavoro e dividere l'impasto formando 3 piccoli filoncini di circa 30cm ( in dipendenza dal diametro della teglia per ciambella ). Lasciar lievitare per almeno 1 ora coprendo i tre filoncini con un panno morbido.

Nel frattempo imburrare ed infarinare la teglia. Dopo la prima lievitazione, intrecciare i tre filoncini e porli nella teglia, lasciando ancora lievitare per almeno un'altra ora. Nel frattempo accendere il forno a 220°C in forno non ventilato. Appena il forno arriva a temperatura, infornare e cuocere per circa 1 ora e comunque fino a quando la superficie esterna non sia ben cotta.

Tortano al pepe


SUGGERIMENTI:
❤ Per ammorbidire la superficie esterna mettere in forno un contenitore - resistente alle alte temperature - con dell'acqua o, in alternativa, coprire il tortano con un panno morbino appena lo si toglie dal forno.

❤ Naturalmente ogni famiglia ha la sua versione collaudata di tortano e casatiello [ suo parente prossimo  ] : se ci fossero delle ricette che volete segnalarmi fate pure, io sono qui!


Tortano al pepe
Ecco una fetta di tortano con della ricotta di pecora!

Favourites of the week #64

3 maggio 2013

Favourites of the week #64


1. 2. 3. 4.
© Anemone in Cucina. Design by FCD.