Banana bread con applesauce [purea di mela]

5 ottobre 2015


Sono una fan sfegatata del banana bread, dopo tanti anni rimane sempre uno dei dolci da colazione che preferisco. La versione che vi propongo questo lunedì è un po' speciale, prevede l'aggiunta di un ingrediente che promette di essere miracoloso: l'applesauce, o semplicemente la polpa di mele che troviamo nei supermercati o che possiamo fare anche in casa. Sapevate che è possibile utilizzarla nei dolci per ridurre la quota di olio o burro? La questione mi allettava parecchio, così mi sono informata girovagando un po' su vari blog stranieri e devo dire che è tutto vero: in questa ricetta ci sono solo 50ml di olio extravergine e il risultato è strepitoso, un cake morbidissimo che non ha nulla da invidiare ad altre ricette più ricche che ho preparato in precedenza! Cosa aspettate, siete ancora lì?? ^___*  

❤  PS: il prossimo esperimento sarà veganizzare la ricetta, magari sostituendo le uova con del gel ai semi di chia, staremo a vedere!

 [ Banana bread con applesauce ]

Ingredienti per un cake:
uova bio 2
zucchero integrale di canna 80g
olio e.v.o 50ml
applesauce 100ml
banane medio piccole mature 3
farina 0 80g
farina integrale di farro (macinato intero di farro) 200g
lievito per dolci 1 bustina
cannella in polvere un cucchiaino
mandorle una manciata
cioccolato fondente tritato 50g circa
fiocchi d'avena piccoli per decorare


Tagliare a pezzi le banane e schiacciarle con una forchetta fino ad ottenere una purea. In una terrina capiente lavorare molto bene le uova con lo zucchero integrale di canna, poi aggiungere l'olio, l'applesauce e continuare a mescolare fino a totale assorbimento degli ingredienti. Unire la purea di banane e lavorare ancora. Aggiungere, poco alla volta, farina, lievito, cannella e mescolare ancora. Infine, aggiungere mandorle e cioccolato fondente. Imburrare ed infarinare una classica teglia da cake, versarvi l'impasto, decorare la superficie con una manciata di fiocchi d'avena piccoli ed infornare a 180°C per circa 50 minuti. Farà fede la prova stecchino.

SUGGERIMENTI:
❤ Per chi dovesse chiederselo: l'applesauce non lascia nessuna traccia nel cake, non si sente affatto! A farla da padrona è sempre e solo lei, la banana! :-)

Potete personalizzare come preferite il banana bread, magari sostituendo alle mandorle una manciata di nocciole o al cioccolato un po' d'uvetta! Divertitevi a trovare la vostra versione preferita! 




Banana bread con applesauce

Fiori di zucca fritti con pastella alla birra e farina di farro

21 settembre 2015


Ciao amici, bentornati su questo blog! Come state, avete già ripreso tutte le vostre attività? Io oggi, primo giorno d'autunno, saluto definitivamente l'estate con gli ultimissimi fiori di zucca di stagione: sono eccezionali con quella loro pastella croccante! Avete mai provato la versione alla birra? ^__*

❤ PS: grazie alla mia mami che si è prestata come modella per le foto! E' stato un po' complicato [vai di qua, vai di là, sposta qui, sposta lì ] ma alla fine ci siamo riuscite! :-P

 [ Fiori di zucca fritti con pastella alla birra e farina di farro ]

Ingredienti:
fiori di zucca circa 20
farina di farro 180g
birra bionda fredda 33cl
sale 5g
olio e.v.o per friggere q.b.

Pulire i fiori di zucca togliendo il gambo ed il pistillo interni, non lavarli. Preparare la pastella: setacciare in una ciotola la farina e aggiungere sale e birra rigorosamente fredda. La pastella dovrà velare il cucchiaio. Mettere un dito d’olio in una casseruola e quando sarà vicino al punto di fumo pastellare i fiori e friggere.


Fiori di zucca fritti con pastella alla birra e farina di farro

Buona estate!

4 agosto 2015

Favourites of the week #95

26 giugno 2015



1. 2. 3. 4.

Pane di patate con semola rimacinata e lievito madre

22 giugno 2015


Io ci provo ogni estate, vorrei veramente mandare un po' in ferie il forno: poverino, ha lavorato così tanto! E' che proprio non ci riesco, continuo a testare ricette e a fare tentativi spesso riusciti, altre volte meno. :-P Devo dire che questa volta il risultato è stato ottimo, ho preparato un pane di patate buono da far paura! Non ci credete? Provate e poi mi direte! :-)


 [ Pane di patate con semola rimacinata e lievito madre ]

Ingredienti:
semola rimacinata 500g
farina 0 300g
lievito madre 300-350g
patate 200g
acqua tiepida 500-600ml ( dipende dalla farina )
sale grosso 15g


Mettere a lessare le patate, una volta cotte sbucciarle e schiacciarle, poi procedere a impastare il pane. Sciogliere in acqua tiepida il sale. In una terrina versare le farine e le patate schiacciate, aggiungervi un po’ di acqua e sciogliere il lievito madre. Aggiungere poco per volta il resto dell’acqua e impastare fino ad ottenere un impasto morbido e omogeneo. Coprire con un canovaccio e con una copertina di lana e lasciar lievitare per 2-3 ore. Trascorso questo tempo, dividere l’impasto in tre parti, formare delle pagnotte e rifar lievitare il tutto per 1 ora e 1/2. Riscaldare il forno a 250°C, infornare le pagnotte e regolare immediatamente la temperatura a 200°C. Cuocere per circa 55 minuti.

SUGGERIMENTI:
❤ Tenete a mente che con l’aggiunta di patate potrebbe servire meno acqua: regolatevi di conseguenza, mi raccomando!! ;-)

Pane di semola rimacinata con patate e lievito madre

Favourites of the week #94

19 giugno 2015



1. 2. 3. 4.

Bignè salati con salmone affumicato e burrata

15 giugno 2015


Oggi voglio superarmi: non solo sfiziosissima ricetta, ma anche accompagnamento musicale appositamente selezionato per voi! ;-) Che ne dite di questi bocconcini di pasta choux farciti con burrata e salmone affumicato? Io li trovo simpaticissimi, perfetti come finger food da servire durante i primi aperitivi estivi, i vostri amici non sapranno resistere, uno tira l'altro! E come sottofondo musicale una delicatissima colonna sonora jazz: vi suggerisco in particolare la bellissima playlist Late Night Jazz tratta da Spotify! :-)

 [ Bignè salati con salmone affumicato e burrata ]

Ingredienti per circa 40-45 bignè:
acqua 250ml
farina 0 250g
burro freddo 110g
uova 5 medio grandi

Per farcire:
burrata
salmone affumicato

In una pentola dal fondo spesso: versare l’acqua e il burro freddo ( tagliato a pezzi ) e portare a bollore vivace. Aggiungere, in un colpo solo, la farina precedentemente setacciata, mescolare qualche secondo fino a che il composto non si stacchi dalle pareti della pentola. Togliere dal fuoco, trasferire il tutto in una ciotola e far intiepidire. A questo punto, si può decidere di trasferire il composto nella planetaria, nel mixer o lavorarlo a mano, come ho fatto io. Aggiungere il primo uovo all’impasto, farlo assorbire completamente prima di unire il secondo, e comportarsi così anche per i seguenti. 

Imburrare leggermente una teglia dal bordo basso e rimuovere l’eccesso con della carta assorbente. Comporre dei mucchietti di pasta servendosi di una sac à poche o formarli con un cucchiaino, facendo scivolare il composto dal cucchiaino col dito leggermente unto d’olio. Distanziare bene i mucchietti perché questi in cottura cresceranno visibilmente. Preriscaldare il forno a 200°C ed infornare. Dopo 15 minuti in forno, abbassare la temperatura a 180°C e lasciare in forno per altri 10 minuti, fino a che i bignè non siano ben dorati e risultino gonfi, leggeri e duri al tatto, indice di buona cottura. Farli raffreddare completamente, tagliarli a metà e farcirne parte con salmone affumicato e parte con burrata rigorosamente pugliese.

SUGGERIMENTI:
❤ Ovviamente potete farcire i bignè con il ripieno che più vi piace, creando magari degli abbinamenti insoliti!

Favourites of the week #93

12 giugno 2015



1. 2. 3. 4.

Chai latte

8 giugno 2015


Ed ecco la bevanda - forse sarebbe meglio dire ossessione - del momento: il mitico chai latte! :-) L'avete mai assaggiato? E' un bibitone a base di tè+latte+una miriade di spezie diventato celebre grazie alle famosissime caffetterie ammerigane. Per rinfrescare queste prime giornate di caldo estivo io ci aggiungo tantissimi cubetti di ghiaccio et voilà, il gioco è fatto. Buona settimana amici!


 [ Chai latte ]

Ingredienti:
tè nero a seconda dei gusti
spezie: cannella, cardamomo, anice stellato, chiodi di garofano, vaniglia, etc..
latte p.s. a piacere
zucchero integrale di canna ( o miele ) per dolcificare q.b.


La sera precedente mettere in un pentolino acqua, tè nero, spezie e portare a bollore. Dopo aver fatto raffreddare, lasciare in infusione in frigorifero per tutta la notte. La mattina seguente filtrare il tutto e versarlo nei bicchieri. Preparare a parte un bel latte montato ed aggiungerlo al tè. Dolcificare con qualche cucchiaino di zucchero integrale di canna o, a seconda dei gusti, con del miele. Infine, aggiungere ghiaccio a piacere e spolverizzare con della cannella in polvere.


Chai latte

Favourites of the week #92

5 giugno 2015



1. 2. 3. 4.

Pane pugliese di farro con lievito madre

3 giugno 2015


Non servono tante parole per descrivere la ricetta di questo mercoledì, vorrei tanto che fossero le foto a parlare per me: questo pane, uno dei sapori indelebili della mia infanzia. Quando, con una bella fetta appena sfornata e una spruzzata di pomodoro, era pronta la merenda più buona del mondo. 

 [ Pane di farro con lievito madre ]

Ingredienti per circa 3 pagnotte:
farina di farro 500g
farina 0 500g
lievito madre 300-350g
acqua tiepida 500-600ml ( dipende dalla farina )
sale grosso 15g

Sciogliere in acqua tiepida il sale. In una terrina versare le farine, aggiungervi un po’ di acqua e sciogliere il lievito madre. Aggiungere poco per volta il resto dell’acqua e impastare fino ad ottenere un impasto morbido e omogeneo. Coprire con un canovaccio e con una copertina di lana e lasciar lievitare per 2-3 ore. Trascorso questo tempo, dividere l’impasto in tre parti, formare delle pagnotte e rifar lievitare il tutto per 1 ora e 1/2. Riscaldare il forno a 250°C, infornare le pagnotte e regolare immediatamente la temperatura a 200°C. Cuocere per circa 55 minuti.


Pane di farro con lievito madre



SUGGERIMENTI:
❤ La scelta delle farine e la doppia lievitazione conferiranno al pane un sapore più intenso: proprio di vero pane fatto in casa! ^____^

❤ Quello che vedete in foto è stato cotto nel forno a legna!


Pane di farro con lievito madre

Favourites of the week #91

29 maggio 2015




1. 2. 3. 4.

Brutti ma buoni alle mandorle [ ricetta vegana ]

25 maggio 2015


Ed eccomi tornata finalmente! C'è nessuno??? ^___* Ripartiamo con qualcosa di dolce perché come dico sempre: "La vita è tanto amara!" Avete mai assaggiato i brutti ma buoni o li avete mai preparati? Beh, io oggi vi propongo una versione un po' diversa dalla classica, con le mandorle. E’ una ricetta davvero semplice e veloce perché, tra l’altro, non richiede una seconda cottura! 

❤ PS: avete notato la nuova grafica del blog? Spero vi piaccia: era proprio ora di cambiare un po'! 

 [ Brutti ma buoni alle mandorle ]
Ingredienti:
mandorle 500g
farina 0 300g
zucchero di canna 300g
bicarbonato 2 pizzichi
acqua tiepida q.b.
cioccolato fondente tritato 150g


Tostare le mandorle e, dopo aver fatto raffreddare completamente, strofinarle con le mani per eliminare la pellicina che viene via ed, infine, tritarle grossolanamente. In una ciotola capiente mettere la farina setacciata, le mandorle, lo zucchero di canna, il bicarbonato, il cioccolato fondente e aggiungere acqua tiepida a piccole dosi, mescolando con un cucchiaio di legno, fino a quando il composto sarà molto appiccicoso. 

Riscaldare il forno a 200°C e foderare con carta forno una teglia dal bordo basso. Prelevare con un cucchiaino un po’ di impasto e disporlo nella teglia, distanziando bene. Infornare a 200°c per i primi 10 minuti, poi abbassare la temperatura a 170°C per i restanti 15 minuti.


SUGGERIMENTI
:
❤ Questa è una ricetta tipica della mia zona, l’Alto Salento, e che per l’assenza di uova e latte si rivela perfetta anche come ricetta vegana!

❤ State attenti al primo assaggio: sono dei biscotti belli duri e croccanti!

❤ Se riposti in un barattolo di vetro a chiusura ermetica o in una scatola di latta, questi biscotti si conservano bene anche per un mese… ovviamente se ci arrivano! ^____*


Favourites of the week #90

22 maggio 2015




1. 2. 3. 4.

Instagram

© Anemone in Cucina. Design by FCD.