Tortine alle mandorle e panna acida

20 maggio 2013

2

E siamo già arrivati al penultimo lunedì di maggio! Lo so, sarò l'unica a dirlo: ma io adooooro il freschetto di questi giorni! ❤ Volete mettere: posso accendere ancora il forno senza pensieri! Eh sì, eh.. questioni serie qui! ^___* Così - finchè dura - mi diverto a preparare qualche dolcetto da gustare a colazione: oggi è la volta di tortine morbide morbide con mandorle e panna acida. Quest'ultima nei dolci non è una scoperta recente per me, ma fino a poco fa era difficilmente reperibile in giro. Per fortuna non è più così perché è un ingrediente che mi piace molto: estremamente versatile, si presta a preparazioni sia dolci che salate. Provate anche voi se potete, non rimarrete delusi!

❤ PICCOLA INFO: volevo segnalarvi che, a partire da oggi, da Lidl troverete la gelatiera che ho preso anch'io lo scorso anno. Il prezzo è di 25,00 euro e devo dire che non è affatto male, se non avete troppe pretese non fatevela scappare! ^____^


 [ Tortine alle mandorle e panna acida ]

Ingredienti per circa 10-12 tortine:
farina 0 250g
mandorle sgusciate e pelate 150g
mandorle a lamelle 20g
lievito per dolci una bustina
uova 2
panna acida 300ml
zucchero semolato 150g
vaniglia in semi 1/2 cucchiaino
olio e.v.o 3 cucchiai


Polverizzare nel mixer le mandorle intere e setacciarle in una terrina insieme alla la farina ed il lievito. In un’altra terrina sgusciare le uova, sbatterle leggermente con una forchetta e incorporarvi lo zucchero, la vaniglia in semi, l’olio e la panna acida, amalgamando gli ingredienti con una frusta elettrica azionata a bassa velocità. Unire al composto di uova la miscela in polvere e continuare a mescolare fino a ottenere un impasto omogeneo. Distribuire il composto nei pirottini, cospargere le tortine con le lamelle di mandorle, premendole delicatamente sull’impasto affinché non si spostino durante la cottura. Infornare e cuocere per circa 30 minuti in forno già caldo a 180 °C.
La ricetta è tratta da "Pane&C" de La Grande Cucina del Corriere della Sera e leggermente modificata da me.

SUGGERIMENTI:
❤ Naturalmente potete aromatizzare le tortine come più preferite: con della scorza d'arancia o limone, o magari con delle gocce di cioccolato!

Favourites of the week #66

17 maggio 2013

Favourites of the week #66


1. 2. 3. 4.

Insalata agrodolce con salsa allo zenzero

13 maggio 2013

Insalata agrodolce

Ed è arrivato anche il periodo degli esperimenti con le insalate! Ne sto preparando moltissime in questo periodo: una delle mie preferite è proprio questa dai sapori decisi e contrastanti. Mela, finocchio, arancia, cicoria.. insomma un potpourri di ingredienti che si sposano particolarmente bene insieme. E poi, vogliamo parlare di questi bellissimi colori? Finalmente un po' di allegria nel piatto!! Buona settimana amici e grazie sempre dell'affetto con cui seguite questo piccolo spazio! ❤

 [ Insalata agrodolce ]

Ingredienti per 4 persone:
rucola a piacere
finocchi 2
cicoria catalogna ( puntarelle ) 1 mazzetto
arance 2
mele rosse biologiche 2
maionese 3 cucchiai
limone 1
panna acida 1 cucchiaio abbondante
zucchero 1 cucchiaino
zenzero in polvere 1 cucchiaino


Lavare con cura le mele rosse e, senza sbucciarle, tagliarle prima a spicchi, eliminando il torsolo, poi a fettine sottili. Spremere il limone e irrorare le fettine di mela con metà del succo ottenuto in modo che non anneriscano. Lavare e sgocciolare la cicoria e tagliare le puntarelle. Mondare i finocchi e affettarli sottilmente. Sbucciare le arance e dividerle a piccoli spicchi. Riunire tutti gli ingredienti preparati in un’insalatiera.

Preparare un’emulsione mescolando accuratamente maionese, panna acida, zucchero, zenzero in polvere e il rimanente succo di limone. Versare l’emulsione agrodolce nell’insalatiera, mescolare e servire subito.
La ricetta è tratta da "Insalate" de La Grande Cucina del Corriere della Sera e leggermente modificata da me.

SUGGERIMENTI:
❤ La ricetta originale prevede l'uso di panna da cucina e non di panna acida: ma si sa che a me piacciono i sapori più decisi! Voi utilizzate pure quello che preferite! ^___^


Insalata agrodolce

Favourites of the week #65

10 maggio 2013

Favourites of the week #65


1. 2. 3. 4.

Tortano al pepe

7 maggio 2013

Tortano al pepe

Questa volta io non c'entro o, per fare una degna battuta da foodblogger, non è farina del mio sacco! :-P Perché - per la prima volta qui sul blog - non posto una ricetta preparata direttamente da me, ma dal mio lui e dalla sua mamma! ❤ Una sorpresa meravigliosa, un regalo tutto per me, preparato con amore sulla scia della migliore tradizione napoletana. Si tratta del tortano, un "panone" morbidissimo solitamente preparato nel periodo pasquale ( ma buono tutto l'anno, credetemi ) per accompagnare salumi e formaggi nostrani. Io stavolta ho solo fotografato ed assaggiato.. dopodiché ho assolutamente reclamato la ricetta per condividerla con tutti voi.. poi non dite che non vi voglio bene! ^___*

❤ NEWS: oggi sono la felice guest foodblogger di The Breakfast Review! Conoscete già questo sito? Io adoro il loro progetto di recensire colazioni su colazioni in giro per l'Italia! Li seguo davvero da tantissimo: sono sempre alla ricerca della colazione perfetta qui a Bologna, e loro mi sono spesso d'aiuto nella scoperta di nuovi posticini!


 [ Tortano al pepe ]

Ingredienti per un tortano medio:
farina manitoba 150g
farina 0 350g
sale 10g
acqua tiepida 250ml
lievito di birra 15g
sugna o burro 1/2 cucchiaio
pecorino 100g
pepe q.b.

Sciogliere il lievito in acqua tiepida, nel frattempo riempire la ciotola della planetaria con le farine 0 e manitoba. Aggiungere il sale e, poco alla volta, l'acqua tiepida con lievito ed azionare la planetaria. Far lavorare la macchina fino al raggiungere un impasto morbido e liscio. A questo punto aggiungere all'impasto la sugna ( o il burro ) , il pecorino ed il pepe. Continuare a lavorare l'impasto per circa 5 minuti fino a quando gli ingredienti aggiunti non si siano amalgamati con l'impasto originario. Svuotare la ciotola su di un piano di lavoro e dividere l'impasto formando 3 piccoli filoncini di circa 30cm ( in dipendenza dal diametro della teglia per ciambella ). Lasciar lievitare per almeno 1 ora coprendo i tre filoncini con un panno morbido.

Nel frattempo imburrare ed infarinare la teglia. Dopo la prima lievitazione, intrecciare i tre filoncini e porli nella teglia, lasciando ancora lievitare per almeno un'altra ora. Nel frattempo accendere il forno a 220°C in forno non ventilato. Appena il forno arriva a temperatura, infornare e cuocere per circa 1 ora e comunque fino a quando la superficie esterna non sia ben cotta.

Tortano al pepe


SUGGERIMENTI:
❤ Per ammorbidire la superficie esterna mettere in forno un contenitore - resistente alle alte temperature - con dell'acqua o, in alternativa, coprire il tortano con un panno morbino appena lo si toglie dal forno.

❤ Naturalmente ogni famiglia ha la sua versione collaudata di tortano e casatiello [ suo parente prossimo  ] : se ci fossero delle ricette che volete segnalarmi fate pure, io sono qui!


Tortano al pepe
Ecco una fetta di tortano con della ricotta di pecora!

Favourites of the week #64

3 maggio 2013

Favourites of the week #64


1. 2. 3. 4.

Instagram

© Anemone in Cucina. Design by FCD.