Muffins al rabarbaro e cioccolato bianco

27 giugno 2011

Muffins al rabarbaro e cioccolato bianco

Credo di essere proprio arrivata alla fine del mio periodo rabarbaro, sigh sigh! E sapete perchè? Ho sperimentato delle ricette spulciate da vari blog internazionali che non mi hanno soddisfatta per niente.. per cui, per quest'anno, addio mio adorato amico, mi mancherai! :-(
A volte, per la smania di testare, rischio di dimenticare che le cose più semplici sono anche le più buone: e infatti sì, con questi muffins si va proprio sul sicuro. Il cioccolato bianco stempera quell' acidino - adorabile secondo me - del rabarbaro e dona al tutto quel tocco in più. Sì sì sì, l'ho detto e lo ripeto: rhubarb, I ❤ you!


 [ Muffins al rabarbaro e cioccolato bianco ]

Ingredienti per circa 12 muffins:
farina 0 225g
zucchero semolato 130g
lievito per dolci in polvere 2 cucchiaini rasi
sale 1 pizzico
uovo 1
tuorlo 1
burro fuso 70g
latte 120ml, a temperatura ambiente
yogurt bianco 130g, a temperatura ambiente
rabarbaro 150-200g, tritato
cioccolato bianco, tritato 100g

Preriscaldare il forno a 180° C. Foderare una teglia per muffins con 12 pirottini. Versare in una ciotola capiente gli ingredienti secchi: la farina setacciata, lo zucchero, il lievito ed il sale. In un'altra ciotola, sbattere l'uovo e il tuorlo d'uovo con una forchetta. Aggiungere il burro fuso, il latte, lo yogurt bianco e mescolare bene insieme. Versare gli ingredienti liquidi nella ciotola grande degli ingredienti secchi e mescolare leggermente con un cucchiaio di legno. Aggiungere il rabarbaro tagliato a tocchetti ed il cioccolato bianco: mescolare, sempre con il cucchiaio di legno, facendo attenzione a non lavorare troppo per evitare che i muffins risultino troppo duri. Riempire i pirottini per circa 2/3 della loro altezza, aiutandosi con un cucchiaio. Infornare in forno già caldo per circa 20 minuti o fino a che, alla prova stecchino, i muffins risultino ben cotti all'interno! Trasferire su una gratella e lasciar raffreddare.

La ricetta è tratta dal blog Technicolor Kitchen e tradotta da me.



Muffins al rabarbaro e cioccolato bianco

Eccoli pronti da portar via!

Muffins al rabarbaro e cioccolato bianco



Ringrazio di cuore delle "clienti" speciali che hanno scritto dei bellissimi post sui prodotti del mio shop su Etsy! Grazie ragazze, mi avete resa davvero felice!

❤ Ros di Emporio 74
❤ Nanny di Pasticci Gourmet

Favourites of the week #2

24 giugno 2011

Favourites of the week #2

1. 2. 3. 4.

Tortino piccante di asparagi

20 giugno 2011

Tortino piccante agli asparagi

Poco tempo fa vi ho proposto la ricetta di un bel pesto di asparagi con ricotta salata: sono rimasta così sorpresa dall'ottimo connubio di sapori che ho pensato di adattarli ad un tortino salato. Mi serviva per un picnic di compleanno.. che, causa pioggia battente, si è tenuto sul pavimento di casa mia! E che volete farci: di necessità virtù! L'aggiunta di curcuma, per fortuna, ha dato quel bel tocco di giallo che mancava alla giornata!

❤ Vi saluto e vi abbraccio forte: questa sera vado a vedere Roberto Benigni in "Tutto Dante". Piazza Maggiore si farà ancora più bella per lui. Sono così emozionata: non vedo l'ora, uno dei miei sogni si avvera! ^___^


 [ Tortino piccante di asparagi ]

asparagi freschi 400g
farina 0 200g
ricotta salata grattugiata 100g
ricotta vaccina 80g
latte 4 cucchiai
uova 3
olio e.v.o. 80g
peperoncino in polvere 1 cucchiaino
curcuma 2 cucchiaini
lievito per torte salate 1 bustina



Preriscaldare il forno a 180°C.
Pulire gli asparagi pelando la parte terminale. Cuocerli al vapore per circa 5-6 minuti. Scolarli ancora un po' al dente e raffreddarli subito in acqua fredda. Tagliarli a pezzetti e metterli da parte. 
In una terrina piccola, con una forchetta, lavorare la ricotta vaccina fino a ridurla in crema ed aggiungervi il latte, mescolando delicatamente.

In un'altra terrina, sbattere le uova, unirvi la ricotta salata grattugiata e lavorare con uno sbattitore elettrico fino ad ottenere un composto abbastanza spumoso. Aggiungere la crema di latte e ricotta, la farina setacciata, l'olio e.v.o, il peperoncino piccante, la curcuma ed il lievito. A questo punto lasciare lo sbattitore elettrico ed unire gli asparagi, mescolando con un cucchiaio di legno. 
Imburrare ed infarinare uno stampo da cake. Versarvi l'impasto e cuocere in forno caldo per circa 40 minuti.
Per questa ricetta ho preso ispirazione dal cake di asparagi dei Calycanti.


SUGGERIMENTI:
❤ A seconda della grandezza delle vostre uova e della capacità di assorbimento della farina l'impasto risulterà più o meno morbido: spetterà a voi regolarvi col latte ed eventualmente aggiungerne di più! La consistenza finale del composto dovrebbe essere non troppo liquida, ma liscia e mediamente corposa. Più difficile a dirsi che a farsi, insomma!

❤ Se non voleste un tortino, ma un cake: quello che dovete fare è eliminare dalla ricetta la ricotta vaccina ed aumentare a 100ml totali il latte! Per il resto il procedimento sarà lo stesso!

❤ Se anche a voi piace il piccante: invece di un cucchiaino potete aggiungere ben due cucchiaini di peperoncino in polvere! Ce la fate? ^__*

❤ Come vedete non ho aggiunto sale alla ricetta: la ricotta salata fa benissimo il suo lavoro!


Papaveri

Favourites of the week #1

17 giugno 2011

Favourites of the week #1

1. 2. 3. 4.


C'è aria di nuovo qui, che dite? ^___^
E' da un po' che penso a questa piccola rubrica: sempre perchè resto convinta di quanto sia importante non tenere per sè, ma condividere! Così, sull'onda di Pinterest, Tumblr, Carolina, e così via.. ho pensato di ampliare - solo di un tantino, lo prometto - gli orizzonti del blog che, tra consulenza grafica e neonato shop su Etsy, si sta già rinnovando parecchio! Una volta a settimana farò una rapidissima incursione qui segnalandovi immagini, ricette, shop online, colori e post che più catturano il mio sguardo e la mia curiosità, tutto tratto dal meraviglioso mondo del web! E adesso buona ispirazione e a presto con una nuova ricetta!


Mocha muffins

13 giugno 2011

Mocha muffins

Mentre scrivo ascolto questa dolcissima canzone cantata da Fredrika Stahl e mi sento felice, serena. Per me quella trascorsa è stata davvero una bella settimana, e questa musichetta delicata non fa altro che prolungare la sensazione di benessere. Senza la musica non sarei niente: io canto, canto e canto. Sempre. Mi rilassa ascoltare la mia voce.. per poi vergognarmi come una ladra se devo esibirmi! Sì, lo so: non saranno cose importanti, ma volevo raccontarvi un po' di me: la strana ragazza canterina e polemica che sta da quest'altra parte dello schermo..
Così, mentre canticchio anche adesso, vi propongo una ricetta semplicissima e dal successo assicurato: i mocha muffins!
Caffè + cioccolato=  

 [ Mocha muffins ]

Per circa 12 muffins:
uova grandi 2
latte 120 ml
burro fuso 90g
caffè espresso forte, a temperatura ambiente 60ml
farina 0 250g
cacao amaro 25g
zucchero integrale di canna 150g
lievito per dolci in polvere 2 cucchiaini rasi
cioccolato fondente tritato o gocce di cioccolato 150g


La ricetta è tratta dal pluricitato "Joy of Baking", tradotta e modificata da me.
Preriscaldare il forno a 180°C. 
Foderare una teglia per muffins con 12 pirottini. 
In una grande terrina sbattere insieme le uova, il latte, il burro fuso ed il caffè. Versare in una ciotola gli ingredienti secchi: setacciare insieme la farina ed il lievito, poi unire il cacao amaro e lo zucchero di canna. Incorporare il cioccolato fondente tritato in pezzi piccoli. Unire gli ingredienti secchi ai liquidi e mescolare poco, solo fino a che gli ingredienti sino ben amalgamati. Riempire i pirottini per circa 2/3 della loro altezza, aiutandosi con un cucchiaio. Infornare in forno già caldo per circa 20-25 minuti o fino a che, alla prova stecchino, i muffins risultino ben cotti all'interno! Trasferire su una gratella e lasciar raffreddare.


❤ 
Vi piacciono le cannucce a righe colorate in foto? Le potete trovare nel mio neonato shop su EtsyVi piace anche il pirottino bianco? Sì sì: ci sono anche quelli





Financiers ai pistacchi con composta di rabarbaro

6 giugno 2011

Financiers ai pistacchi con composta di rabarbaro

Questo per me è il periodo rabarbaro! Vi siete già scocciati? Spero di no, perchè a me piace veramente tanto e, soprattutto, perché spero di fare cosa gradita proponendovi un po' di ricette per tutti i gusti! Ormai anche i miei amici sanno di questa fissa e, fortunella quale sono ^___^ , ho ricevuto in dono dalle mie I. e B. una composta di rabarbaro da togliere il fiato: buonissima e dalla consistenza unica! Credo potrebbe essere il degno accompagnamento di un bel taglio di carne.. devo ancora riuscire a capire quale ( sono ignorante in materia, ahi ahi ), ma ci sto lavorando, ecco!
Così, questa volta ho pensato di utilizzarla per preparare dei financiers, tipiche tortine francesi con la particolarità di prevedere tra gli ingredienti il beurre noisette o burro nocciola! Leggete pure la ricetta per capire di cosa si tratta! ^___*


 [ Financiers ai pistacchi con rabarbaro ]

Per circa 12 financiers, piccoli:
pistacchi 50g
burro 115g
farina 00 35g
zucchero a velo 90g
sale 1/2 cucchiaino
albumi grandi 3, leggermente sbattuti
composta di rabarbaro 2-3 cucchiai



Per il preparazione del burro noisette copio/incollo da Tuki.
Per preparare il beurre noisette: tagliare il burro a pezzi e lasciarlo sciogliere in un pentolino su fuoco molto dolce, lasciare che il burro raggiunga il bollore; ad un certo punto si formerà una patina bianca e schiumosa in superficie ( corrisponde alla parte solida non grassa ) che piano piano caramellizza depositandosi sul fondo e sprigionando un piacevole aroma di nocciole tostate. Togliere subito il pentolino dal fuoco e passare al setaccio, in modo da conservare solo la parte grassa e limpida. Lasciar raffreddare.

La ricetta è tratta dal blog di Linda.
Preriscaldare il forno a 180°C. Disporre i pistacchi in una teglia e cuocerli per circa 8 minuti. Lasciare raffreddare a temperatura ambiente. Tritarli finemente con un robot da cucina.
In una terrina media versare la farina, i pistacchi, lo zucchero a velo ed il sale. Unire gli albumi leggermente sbattuti ed il burro noisette. Foderare una teglia per muffins con 12 pirottini. Riempire ogni pirottino quasi fino al bordo e cuocere per 8 minuti. Togliere dal forno e, servendosi di un cucchiaino, versare un po' di composta di rabarbaro al centro di ogni financier, non scendendo troppo in profondità ma rimanendo in superficie. Cuocere per altri 10 minuti o fino a che i financiers siano dorati e gonfi. Sfornare e lasciar raffreddare su una gratella.


SUGGERIMENTI:
❤ Per la composta di rabarbaro comportatevi in questo modo: pulite e lavate accuratamente il vostro rabarbaro, tagliatelo a tocchetti e disponetelo in un tegame, aggiungete pochissima acqua e dello zucchero semolato q.b. In questo caso il q.b. ( quanto basta ) è giustificato dai vostri gusti e, soprattutto, dal sapore del rabarbaro. Vi consiglio di aggiungere poco zucchero all'inizio: solo dopo, a metà cottura, aggiungere il resto a seconda dei vostri gusti. Lasciate cuocere per circa 15 minuti o fino a quando il rabarbaro avrà assunto la consistenza di una composta.

❤ Altre ricette col rabarbaro? Eccole: sciroppo di rabarbaro e torta norvegese al rabarbaro

Fiorellini


Buona settimana a tutti!

Pesto di asparagi

3 giugno 2011

Pesto di asparagi

Come "far fuori" un bel po' di quegli asparagi arrivati direttamente dal mio Salento? Belli belli, verdi verdi e morbidi morbidi? Beh, direi con un tortino salato niente male [ presto su questi schermi! ] e questo delizioso pesto di asparagi! La mia ispirazione è venuta da lei, la divina Alex... che mi ha fatto venir voglia di sperimentare qualcosa di nuovo! Ho cercato di personalizzare la ricetta dando al tutto un taglio pugliese, rinforzando quel sapore delicato, tipico degli asparagi, con quello più pungente della ricotta salata, che nella mia zona chiamiamo formaggio ricotta.
Cosa manca? Ah, sì: un bel formato di pasta corta  [ non mi piace molto quella lunga ] ed il piatto è pronto! Buon pesto a tutti! ^__^


 [ Pesto di asparagi ]


asparagi verdi 400g
ricotta salata, grattugiata 80g
spicchio d’aglio piccolo 1/2 ( mi raccomando, non di più )
foglie di basilico 1 manciata scarsa
foglie di menta 1 manciata scarsa
pepe q.b.
olio e.v.o. 80 ml

Copio/incollo da Alex.
Pulire gli asparagi pelando la parte terminale. Sbollentarli per ca. 6 minuti in acqua salata. Scolarli e raffreddarli subito in acqua freddissima ( meglio acqua e ghiaccio ).
Tagliare a pezzi gli asparagi, unire tutti gli altri ingredienti e frullare con il minipimer. Versare il pesto in un vasetto precedentemente sterilizzato. Si conserva in frigo per ca. 2 settimane.

SUGGERIMENTI:
❤ Come vedete non ho aggiunto sale alla ricetta: ci sarà pure un perché se la ricotta salata si chiama così!? ^___* E devo dire che il suo dovere lo fa egregiamente!

❤ Un'idea molto sfiziosa potrebbe essere quella di aggiungere al pesto delle mandorle a lamelle, o tritate.

❤ Come consiglia Alex, questo pesto è perfetto anche spalmato su crostini di pane!

Instagram

© Anemone in Cucina. Design by FCD.