:: Cupcakes alla banana e gocce di cioccolato con cream cheese frosting ::

27 settembre 2010

Cupcakes alla banana con cream cheese frosting

Finalmente una ricetta! ^__^
Ebbene sì, sono rientrata a Bologna ( con relativo shock da città super affollata! ) e piano piano ritorno alla solita vita! Ho la fortuna di stare bene un pò dovunque: pochi giorni fa nella meravigliosa campagna alto-salentina, tra ulivi secolari e filari d'uva, oggi in una città che adoro e che sento come casa mia..

Così, nell'attesa di ripartire con le mie lezioni sui cucpakes, riprendo proprio da loro, questi dolcetti d'importazione che mi portano bene! Oggi vi propongo una versione alla banana e gocce di cioccolato con copertura di cream cheese frosting: un illustre sconosciuto???
Si tratta di una crema a base di formaggio morbido che all'inizio non mi convinceva affatto per le dosi esorbitanti di zucchero a velo che prevedeva! I gusti americani virano decisamente verso il dolce.. così vi consiglio non uno, non due, bensì tre coperture diverse che spero assecondino i nostri gusti! Quella che vedete in foto è la prima versione, quella classica, che fa sembrare questo cupcake quasi un mini cheesecake!



:: Chocolate chip banana cupcakes con cream cheese frosting ::

Ingredienti per circa 12 cupcakes:
burro morbido ( a pomata ) 120g
zucchero 170g
uova 2
farina 00 220g
banane mature ( schiacciate ) 2
sale 1 pizzico
lievito per dolci 2 cucchiaini scarsi
latte 30ml
gocce di cioccolato fondente 1 manciata abbondante 
( o cioccolato fondente tritato q.b. )


Cream cheese frosting :
formaggio morbido Philadelphia a temperatura ambiente 350g
burro molto morbido 80g
zucchero a velo (setacciato) 160g
cannella in polvere 1 cucchiaio (facoltativo)



Accendere il forno a 170°-180°C. Foderare una teglia per muffins con 12 pirottini leggermente spennellati con pochissimo olio o burro. Versare in una ciotola gli ingredienti secchi: setacciare la farina con il lievito e tenere da parte. Con una forchetta schiacciare le banane fino a ridurle in purea.

Preparare le basi: con uno sbattitore elettrico, in un'ampia terrina, battere a crema il burro, già morbido, con lo zucchero fino ad ottenere un composto liscio. Aggiungere le uova, uno per volta, assicurandosi che vengano assorbite bene. Unire le banane schiacciate. Aggiungere, man mano, la farina ed il lievito, precedentemente setacciati. Per ammorbidire l'impasto versare, a filo, il latte.
Riempire i pirottini per circa 2/3 ed infornare per 20-25 minuti in forno già caldo. Una volta pronte, lasciar raffreddare le basi.

Preparare il frosting: lavorare il Philadelphia con il burro morbido, aggiungere lo zucchero a velo setacciato e continuare a mescolare fino ad ottenere un composto lucido e cremoso.
Guarnire i cupcakes con il frosting.


• Cream cheese frosting seconda versione:
zucchero a velo (setacciato) 270g
burro 50g
estratto di vaniglia 1/2 cucchiaio
formaggio Philadelphia 115g

In una terrina battere a crema il burro, aggiungere la vaniglia e lo zucchero a velo fino ad ottenere un bel composto liscio. Sempre utilizzando le fruste elettriche, aggiungere il formaggio fino a che il composto diventi leggero e soffice. Spalmare il frosting sulle basi fredde utilizzando un cucchiaio o una spatola creando una sorta di cupoletta.


• Cream cheese frosting terza versione :
formaggio Philadelphia a temperatura ambiente 115g
estratto di vaniglia 1 cucchiaino
zucchero a velo (setacciato) 30g
panna fresca da montare 80ml

In una terrina battere a crema il formaggio, aggiungere la vaniglia e lo zucchero a velo fino ad ottenere un bel composto liscio. Sempre utilizzando le fruste elettriche, aggiungere gradualmente la panna fino a che il composto diventi abbastanza sodo ai fini della decorazione. Se necessario aggiungere altra panna o zucchero a velo per ottenere la giusta consistenza. Procedere decorando la superficie della tortina.
NB: se si volesse utilizzare una sac à poche ( per realizzare delle decorazioni o dei semplici swirls con le varie bocchette ) sarebbe meglio montare a parte la panna ed, infine, aggiungerla al composto finale, facendo attenzione a non smontarla!
Il mio consiglio è di utilizzare una bocchetta liscia tonda: va benissimo la Wilton 1A.




• Nei supermercati Esselunga fino al 29 settembre: in offerta tutta la linea di teglie e tortiere antiaderenti Ballarini con sconti del 40%; petto di pollo a 6,89 euro/kg.

• Nei supermercati Coop fino al 29 settembre: in offerta filetti di merluzzo surgelati ( 400g ) a 2,56 euro; orate fresche a 9,90 euro/kg; sconto del 25% su teglie, tortiere e pentole antiaderenti della linea Coop; yogurt Parmalat assortiti ( 8x125g ) ad 1,78 euro.

• Sempre nei supermercati Coop: consiglio l'ottimo servizio di stampa foto digitali. Fino al 31 ottobre foto 12x18 a 0,09 centesimi!







Stay tuned! C'è una bellissima sorpresa in arrivo per voi!






Buona settimana..




I ♥ Stockholm #2

21 settembre 2010

Stoccolma..

So che leggerai.. e che sorriderai a breve: ma non posso non scrivere di te in questo post.. 
Che tolleri le mie assurde ansie anticipatorie, che ascolti in silenzio quando mi arrabbio perchè hai sbagliato strada e io te l'ho lasciato fare, che annuisci se sbraito perchè non pronunci con dizione madrelingua qualche stupida parola inglese.
Senza di te questo viaggio indimenticabile non ci sarebbe stato: e oltre a tutte le meravigliose immagini che, come in un turbinio, mi tornano alla mente, è il ricordo di te, mio compagno di viaggio e amore, che passeggi e ridi con gli occhi, a riempirmi di tenerezza e a farmi sentire compiuta.
Grazie. Perchè mi supporti e, soprattutto, mi sopporti. Sempre.

E poi grazie a voi per i bellissimi commenti che avete lasciato dopo lo scorso post: sono così contenta di aver trasmesso un pò di quello stupore che ho provato davanti a tanta bellezza! A me piacciono le cose belle ( a chi non piacciono?? ) ed amo i contrasti, se c'è una cosa che proprio non mi spaventa è la varietà, il non ovvio: e Stoccolma è proprio così, bella, una città che non ti aspetti, monarchica e popolana. Credo sia per questo che mi ha affascinato tanto. Cerco di immaginarla fredda e avvolta di buio invernale ma non riesco bene a metterla a fuoco: io l'ho vista così solare e lussureggiante, piena di fiori e di luce ( fino alle 10 di sera! )!
Ok, basta digressioni adesso! Il viaggio continua..


Carrot cake..


COSA VEDERE ASSOLUTAMENTE, secondo me:
♥ Vasamuseet, il museo più visitato della Svezia. Un posto spettacolare: si respira un'atmosfera unica davanti a questo maestoso galeone da guerra, il Vasa. Salpato e rovinosamente inabissatosi nel 1628 durante il suo viaggio inaugurale, è stato recuperato più di 300 anni dopo ed intorno a lui è stato costruito questo museo. Non vi dico il numero di foto che ho scattato.. e quante me ne son venute sfocate a causa della penombra, bellissima, dell'ambiente!

Il Vasa..


Il Vasa..

♥ Skansen: il museo a cielo aperto più antico al mondo. Prendetevi un'intera mattinata per girovagare per questa collinetta verde che ricrea una sorta di Svezia in miniatura: piena di casette tipiche, edifici storici originali, oggetti d'epoca, animali, fiori, uomini e donne con abiti tradizionali, si ha la sensazione di vivere in un'altra epoca. Appena arrivati, vi consiglio di fermarvi nella pittoresca Bakery dove prendere, come noi, un paio di kanelbullar.. per poi tornare a prenderne degli altri.. con la crema! Buonissimi!

Skansen..


Nella bakery di Skansen..


Skansen..


A Skansen..

♥ Gamla Stan, la città vecchia: perdetevi nei suoi vicoli e nelle sue piazzette.
Assolutamente imperdibili:  Stortorget, la piazza dei palazzi colorati, teatro del Bagno di sangue di Stoccolma nel 1520; Mårten Trotzigs Gränd, la stradina più stretta della città con i suoi 99 cm; la Cattedrale con le sue installazioni; l'enorme Palazzo Reale ed il pittoresco Cambio della Guardia! E non scordate di farvi fotografare nelle vecchie cabine telefoniche.. insomma: Gamla è un'isola dall'importanza storica e sociale davvero notevole!

Stoccolma: Gamla Stan..


Stortorget


All'interno della Cattedrale..


All'interno della Cattedrale..

♥ Tekniska Museet, il Museo della Tecnica: fortemente recriminato dalla mia dolce metà, è piaciuto tanto anche a me. Un vero tempio di scienza e tecnica, è quasi un parco dei divertimenti per gli appassionati. Belli il Cino4 ( il cinema a quattro dimensioni ), la sala delle macchine, la miniera e, perchè no, anche il piccolo shop dove acquistare, ad esempio, dei mouse pad creati con veri circuiti di pc! Attenzione agli orari e ai giorni di apertura!


♥ Museo Tre Kronor: uno dei musei più belli che abbia visto in vita mia. E credo soprattutto per il silenzio e l'atmosfera raccolta e sognante. Appena entrata mi son detta:"Ah, ma finisce qui?" perchè non mi ero accorta del dedalo di stanze e stanzette alle mie spalle! Bellissimo con le sue volte, è situato nei sotterranei del Palazzo Reale e vi si possono ammirare le fondamenta e le rovine del Castello di Tre Kronor, predecessore del Palazzo Reale, distrutto in un incendio nel 1697.


♥ Katarinahissen, l'ascensore Katarina: le foto che vedete sono state scattate proprio qui, intorno alle 21:30. Antico ascensore che collega i quartieri di Slussen e Södermalm, porta ad una passerella situata a 38 metri d'altezza: da non perdere al tramonto per godere di una veduta davvero emozionante del centro storico e dei suoi tetti neri!

Stoccolma: sul Katarinahissen..


Stoccolma: sul Katarinahissen..


♥ Monteliusvägen: questa passeggiata merita davvero! Si percorre una stradina torta e stretta per raggiungere una zona sopraelevata, quasi a strapiombo sul lago, e poi godere di una vista spettacolare della baia. Se siete fortunati e trovate una panchina libera potrete sedervi e rilassarvi!
Alle spalle, percorrendo dei vicoli immersi tra le case dei pescatori, si raggiunge un bel giardino aperto al pubblico, Ivar Los Park in Bastugatan 26, dove ammirare un bel tramonto tra bambini che giocano e ragazzi che fanno un picnic.

Stoccolma: nel giardino Ivar Los Park..

♥ Passeggiata per Norr Mälarstrand e visita del Municipio, lo Stadshuset, il palazzo dove si tiene il ricevimento dei Premi Nobel.
Siate mattinieri: prendete la metro e fate colazione da Muffin Bakery in Fridhemsgatan 3, magari con un enorme brownie cheesecake muffin! Poi proseguite a piedi attraversando il parco di Rålambshov e percorrendo tutta Norr Mälarstrand fino al Municipio: è bellissimo camminare per questa stradina, che costeggia il lago, piena di gente che corre o porta a spasso il cane!
Una volta arrivati a destinazione visitate il famoso palazzo municipale: dall'architettura "falsamente" datata è, in realtà, molto recente. E' possibile visitarlo solo se accompagnati da una guida che, in italiano, vi racconterà un sacco di aneddoti interessanti!

Stoccolma al tramonto..


All'interno del municipio..


Stoccolma: il municipio..

♥ Rosendals Trädgård, il giardino di Rosendal: per questo luogo incantevole servirebbe un post a sè! Ma è meglio non divagare: non vogliamo mica che le ricette si offendano!?
Avevo letto del Rosendal Tradgard in questo post di Sandra: neanche a dirlo, me ne sono innamorata solo leggendo..
Quando poi sono giunta sul posto, dopo esser stata a Skansen, e dopo aver camminnato per una silenziosissima stradina in salita, mano nella mano, circondati da rigogliosi boschetti, solo un pensiero nella mia testa: sarei rimasta lì per sempre!
Prima di arrivare alle piccole serre bianche a spiovente in vetro e ferro dove avremmo pranzato e acquistato giusto qualcosa ( ehm.. pane bio, kanelbullar, confetture e altri regalini, tutto rigorosamente autoprodotto ) ci accolgono centinaia di fiori, ordinati in filari, di ogni colore e varietà! Solo dopo comprendiamo che si possono acquistare! Basta chiedere ai dipendenti un paio di forbici: poi l'unica cosa da fare è scegliere da sè i fiori che si preferisce, passeggiando nei campi: alla fine saranno pesati e venduti a 30 corone (circa 3 euro) per 100 grammi!

Scopro che questo cafè-bakery-ristorante è una vera istituzione in città, che le focacce e le torte sono divine e che il libro di cucina che scrivono è sempre sold out.. poi però vedo che la grande lavagna nera con il menu è scritta in svedese e che, chissà come mai, intorno a noi ci sono solo autoctoni: possibile che un luogo del genere sia così poco turistico? Ma meglio così, mi dico, è un sogno: sono raggiante, finalmente zero italiani chiassosi intorno! Qui ci sono famigliole con bimbi piccoli, coppiette innamorate, anziane donne che passeggiano con le amiche.. è un luogo incantato, dove respirare aria pulita e sentirsi, anche se solo per pochissimo, un pò svedesi..

Rosendals Trädgård

Rosendals Trädgård

Lo dico davvero: non so se perchè qui si coltiva secondo il metodo caro agli steineriani o se per l'atmosfera familiare e rilassata, se per il sole che ci ha accompagnati tutto il giorno o per l'ottimo cibo o per lo scenario da fiaba... insomma, per quello che mi riguarda questo posto vale anche da solo l'intero viaggio a Stoccolma! Vi consiglio di pranzare qui, nella serra o poco davanti, su uno dei tantissimi tavoloni in legno sistemati sotto agli alberi di mele. Sono sicura mi darete ragione..

kardamombullar


Rosendals Trädgård


Al Rosendals Trädgård..


Pranzo con Rosendals Trädgård..


Rosendals Trädgård..


Lavanda al Rosendals Trädgård..


Al Rosendals Trädgård..

♥ Moderna Museet, il Museo d'Arte Moderna, con le sue bellissime collezioni e sezioni fotografiche. Abbiamo visto opere straordinarie di De Chirico, Picasso, Munch, Dalí, Derkert, Matisse, Rauschenberg, Warhol.. e la lista non finisce qui.. ^___^
Subito dopo fate un bel giro dell' isola di Skeppsholmen: piena di parchi ed edifici, potrete rilassarvi passeggiando vicino alle tante barche attraccate, e guardare da lontano le acrobazie delle montagne russe del Gröna Lund, il parco dei divertimenti della città.


♥ Cimitero del  Bosco: un altro dei luoghi che ho adorato, lasciandomi una sensazione di pace assoluta ma anche di qualcosa che non riesco bene a descrivere: di sospeso, direi.
Dichiarato Patrimonio dell'UNESCO, è un cimitero monumentale di rara bellezza: immerso nella natura e raccolto, ma anche vivo di voci di bambini che giocano e di gente che chiacchiera amabilmente o dormicchia sull'erba, qui dimora Greta Garbo.  
Molto utili i pdf da salvaresull'iPhone ad esempio, per avere la guida del posto a portata di mano, viste le dimensioni notevoli.

Stoccolma: il cimitero del bosco..

 Historical canal tour, la visita guidata in battello intorno all’isola di Kungsholmen: per cambiare prospettiva e guardare Stoccolma dall'acqua! Ci si siede comodamente, si indossano le cuffie e si ascolta, in italiano, la storia di questo pezzo di città. Potrete scorgere gli stoccolmesi fare il bagno nel lago e prendere il sole su costoni di pietra scura. Davvero caratteristico!


♥ Uniamo l'utile al dilettevole con un bel giro da H&M, NK, Åhléns e Gallerian: dislocate tutte nella stessa zona, potrete acquistare qui tutto ciò che vi serve.. e anche di più!



Stoccolma, città verde..


Stoccolma: vedute..


Stoccolma: metropolitana..


DOVE MANGIARE: o meglio, dove ho mangiato io e mi son trovata bene, 
oltre ai posti già citati:

♥ Östermalms Saluhall: un meraviglioso mercato enogastronomico dove trovare e provare tutte le specialità svedesi. Pienissimo di gente a pranzo, abbiamo pranzato nel ristorante Lisa Elmqvist con dell' ottimo salmone affumicato e crema di funghi porcini e salmone marinato con crema di patate all'aneto. Buoni anche i dolci: qui, per la prima volta in vita mia, assaggio il rabarbaro!! ^__^

Stoccolma: Östermalms Saluhall..


♥ Restaurang Kaffegillet: nel cuore di Gamla Stan, per un menù tutto tipico con renna affumicata, aringhe, salmone e patate! Posticino piccolo e romantico, ha la particolarità di proporre il menù anche in lingua italiana.


♥ Pelikan: nel quartiere più alla moda della città, Södermalm, è un bel locale super frequentato dallo stile un pò retro-coloniale. Prendiamo le Pelikan's meatballs: polpette dell'Ikea?? Affatto! Sono 5 volte più grandi e decisamente più buone, accompagnate da una composta di mirtilli rossi degna di essere chiamata tale! Per concludere fragole con panna ( rigorosamente non dolcificata ) e crumble ai mirtilli con gelato alla vaniglia.. ah, che ricordi!


♥ Östgötakällaren: sempre a Södermalm, un localino molto tranquillo in cui mangiare dell'ottima carne con salsine varie strabilianti!


♥ Per il resto, presi dalla grande curiosità di vedere cosa mangino quotidianamente gli svedesi, entriamo ed usciamo dai tanti supermercati della città alla ricerca di squisiti panini ai semi, kanelbullar, salumi e formaggi tipici: direi che posso ritenermi più che soddisfatta, eh!? Un pò meno per le improbabili bevande: ne ricordo una alla fragola dal sapore assurdo!?

Stoccolma..


COSA COMPRARE e portare a casa, manie del foodblogger:

♥ composta di mirtilli rossi selvatici,

♥ confettura di lamponi artici,

♥ rabarbaro ( a circa 3 euro al chilo! ),

♥ kanelbullar: panini dolci alla cannella,

♥ pane croccante e gallette di segale e frumento,

♥ aringhe marinate in scatola,

♥ pepparkakor: biscotti allo zenzero,

♥ salumi e carne di renna affumicata, cervo e alce..

Abbiamo acquistato quasi tutto nel fornitissimo supermercato del centro commerciale NK: dopo aver fatto un giro di perlustrazione per testare i prezzi, qui ci sono sembrati buoni! Ottima qualità al giusto prezzo.
Per dei buonissimi kanelbullar siamo stati nella pasticceria Vete-Katten in Kungsgatan 55: buoni buoni buoni quelli alla vaniglia.. un pò meno il cappuccino, un tazzone di caffè nero fortissimo con qualche schizzo di latte! O___o


Bene.. spero di aver detto tutto! E soprattutto mi auguro che questo post possa essere utile a qualcuno! Non aggiungo altro: se non che ho lasciato un pezzo del mio cuore a Stoccolma.. vorrà dire che molto presto dovrò tornare a riprenderlo!

Un grande abbraccio a tutti, giuro che la settimana prossima si torna con una nuova ricetta!!





Per leggere il post precedente "I love Stockholm #1" clicca QUI

I ♥ Stockholm #1

9 settembre 2010

Stoccolma: che cielo..

Stoccolma ha le sembianze della capitale europea, ma l'animo della cittadina romantica.
Sospesa tra moderno e compatibile, tecnologia e ambiente, è una città da sogno. Vi abbiamo trascorso giornate splendide, accompagnati da temperature molto gradevoli ( dai 21 ai 25 gradi ad agosto! ) e "punzecchiati" da un vento fortissimo ( la bora di Trieste non è nulla al confronto: per cui, per me, pashmina h24! ).
Siamo stati subito accolti da persone ospitali e sorridenti e, con enorme piacere, ho potuto constatare come gli svedesi siano un popolo sereno e generoso: amano il bello e se ne circondano.

Stoccolma: di sera..

Stoccolma: il cambio della guardia..

E poi Lei, la città! Una meraviglia di palazzi, guglie, ponti, parchi, battelli e scorci mozzafiato, il tutto inserito in un contesto di civiltà spropositato! Strade pulite e servizi efficienti sono una realtà consolidata da anni: basti pensare che l'acqua che bevono gli stoccolmesi è quella, depurata, del lago Mälaren, il lago su cui "si posa" la città, lo stesso in cui fanno il bagno, scorrazzano cigni e decine di barche e canoe!
Neanche a parlarne, poi: i mezzi di trasporto! Organizzati e capillari, c'è davvero l'imbarazzo della scelta tra bus, metropolitana, tram e battelli! Insomma, tante parole per dirvi che Stoccolma mi ha emozionata, mi ha riempito gli occhi ed il cuore: prima di partire le mie aspettative erano alte, ma una volta giunta lì mi son trovata davanti a molto più di quanto immaginassi!

Stoccolma

Stoccolma: in quale museo andiamo??

IL PRE-PARTENZA: l'organizzazione
In uno dei post precedenti vi avevo parlato della "rigida" organizzazione attuata prima di partire: abbiamo studiato nel dettaglio cosa fare e quando, pianificando quasi interamente le nostre giornate. Questa si è rivelata la scelta vincente: se non l'avessimo fatto ci saremmo trovati di fronte a musei, palazzi e ristoranti chiusi! Internet è una risorsa enorme in questi casi, per cui consiglio a tutti, prima di partire, di fare un bel giro online e segnare orari e giorni di apertura: a luglio e agosto, infatti, la situazione a Stoccolma è leggermente diversa che nel resto dell'anno.
Così, cartina della città alla mano, abbiamo scritto un pdf (successivamente salvato su iPhone ) con i nostri  impegni quotidiani e tutte le indicazioni più importanti!

Stoccolma: meravigliosa carrot cake..

Stoccolma, il mio punto di vista..

Di seguito qualche informazione, spero utile, su siti internet e guide.
Abbiamo acquistato due guide di Stoccolma davvero ben fatte: integrando l'una le lacune dell'altra, era un pò come avere un'unica, esaustiva guida della città:
♥ la Time Out: piccola e "portabile" con molto testo e utilissime dritte;
♥ la Mondadoriforse un pò dispersiva nell'ideazione, più grande e corredata di molte immagini e disegni dall'alto con indicazioni su itinerari a piedi.
Precisissima la piantina della città che abbiamo utilizzato spesso e volentieri!

Consigliata da molti è anche la guida Lonely Planet ( con relativa app per iPhone ) che, però, non abbiamo preso preferendo spulciare le info direttamente sul sito.

Stoccolma: battello..

Stoccolma: legno e finestre..

I siti internet di riferimento:
♥ Stockholmtown.com (qui la versione più dettagliata in inglese): ho visionato decine di siti su Stoccolma e questo mi è sembrato, in assoluto, il migliore. Notevoli i consigli su eventuali itinerari giornalieri e i link diretti ai siti internet delle attrazioni.
♥ Il forum Zingarate: è stata davvero una bella scoperta! Qui abbiamo preso molte delle dritte su dove mangiare, sulla partenza in aereo da Orio al Serio e sull'aeroporto di Skavsta. Molte, anche, le indicazioni e i pareri personali su ostelli, B&B ed alberghi.
♥ Il blog eat drink one woman: questa blogger americana ha creato ben 2 itinerari per visitare Stoccolma, corredati di puntualissime mappe, recensioni e foto.


Stoccolma: il municipio..

Stoccolma: il mio punto di vista..

Dopo aver prenotato treno, volo e navetta per il trasferimento ( tutto rigorosamente online! ) l'unico cruccio era: fare o non fare la Stockholm Cardla carta che permette l'accesso a moltissime attrazioni e a tutti i mezzi di trasporto della città per il periodo a cui si riferisce? Riusciamo a risparmiare qualcosa se non la prendiamo? Sarà la classica sòla turistica ( fisime da turista ansioso e ansiogeno, ahimè!!)?? Magari non vogliamo visitare tutto quello che include!? E se decidiamo di farla: da quante ore??
Insomma, internet viene nuovamente in nostro soccorso: facciamo due conti e comprendiamo che, vista la mole di cose da vedere, il gioco vale la candela. Ci conviene acquistarla. Ok, vada per quella da 72 ore da 625 corone. Decidiamo, per comodità, di pagare anche questa online e, una volta lì, di ritirarla nel Tourist Centre di Hamngatan 27.
A posteriori, anche questa si rivela scelta più che azzeccata: con la carta siamo entrati dovunque e, soprattutto, ci siamo spostati in lungo e in largo per la città con metropolitana, bus e battelli: abbiamo speso molto meno in questo modo che pagando singolarmente ogni attrazione o mezzo!

Stoccolma: nella Cattedrale..

Stoccolma: a Skansen

Ehm.. piccola fissa personale ( credo non sia solo mia, comunque ^___* ): prima di partire per un qualsiasi luogo a me sconosciuto, sono abituata a leggerne la storia e "studiarne" i trascorsi: Stoccolma ha una storia abbastanza recente ed è stato molto interessante sapere qualcosa in più sulle vicissitudini delle monarchie svedesi! ^___*

Stoccolma: barche..

Stoccolma: barche..


In pratica: utilizzando le guide e i siti indicati siamo riusciti ad avere una bella infarinatura sulla città! Eravamo proprio pronti per partire... come colonna sonora, ovvia ma travolgente, Stoccolma di Rino Gaetano: la conoscete? Io, da allora, sospirando, la canticchio in continuazione!! ^___*

Stoccolma: colline &Co..

Stoccolma: Stockholm Pride..

Stoccolma: mi piacciono i lampioni..

Dulcis in fundo, per evitare di rendere questo post troppo informativo, qualche curiosità!

Quello che mi ha colpito-sorpreso della città, in ordine sparso:
♥ le strade pulitissime: venendo da Bologna dove, e cito Samuele Bersani, "è comodo avere poteri speciali, per schivare le armi da taglio e la merda dei cani".. fate un pò voi..

♥ il verde: Stoccolma è una città verde a tutti gli effetti! Ho adorato l'isola di Djurgården, polmone verde incontaminato della città!

♥ il wi-fi gratis ovunque: ringrazio pubblicamente i bar della catena Panini che offrono questo servizio dentro e fuori ( con panchina adibita ) dal locale! Ah, ecco, giusto per dire: anche la navetta che ti porta gratuitamente dal centro città all'Ikea Kungens Kurva ha internet free! O__o

Stoccolma: una passeggiata romantica..

Stoccolma: legno e finestre..

♥ decine di H&M nel giro di pochi metri! ^___^

 la moltitudine di papà con passeggini e biondissimi bambini al seguito!

♥ i frutti di bosco sempre e comunque: che lamponi .. mmhh.. non ne parliamo.. nostalgia..

♥ l'acqua gratuita: anche al ristorante, se si ordina dell'acqua naturale, non la si paga! Si viene serviti normalmente, ma nel conto, poi, non comparirà nulla!

♥ i tipici tetti neri di Gamla Stan, il centro storico medievale della città..

Stoccolma: meravigliosi tetti neri..

Stoccolma: i funghetti del Gröna Lund, il parco dei divertimenti..

 l'inglese: a Stoccolma tutti tutti tutti parlano un perfetto inglese, non è affatto difficile capirsi! La tv svedese passa i film e gli spot pubblicitari in lingua originale con sottotitoli in svedese.. un sogno in Italia?

♥ la Stockholm pride: un pomeriggio, dopo aver visitato il museo della Tecnica, ci ritroviamo circondati da una marea coloratissima di gay e simpatizzanti.. ah, che città splendida: multiculturale e tollerante!

♥ i conducenti degli autobus che parlano col microfono, e sono pure simpatici!

♥ i bellissimi cigni che si muovono in comitiva e i tanti volatili strani che ti vengono accanto sprezzanti del rischio: anzi, sono loro a far paura a te, con quel becco enorme!!

 la possibilità di pagare tutto ( anche semplicemente un caffè ) con carte di credito o ricaricabili: la Postepay va benissimo!

Stoccolma: cigni..

Stoccolma: a Skansen..

♥ il cardamomo e, soprattutto, la cannella come spezie nazionali!

♥ la gente gentile e rispettosa che si sposta per farti passare: ma dove siamo???
In Paradiso???

Stoccolma: il mio posto preferito..

Stoccolma: a Skansen..

Ecco, io per questa volta ho finito: nel prossimo post altre immagini e, soprattutto, informazioni su cosa visitare assolutamente, dove mangiare, cosa comprare.. insomma un bel pò di robetta.. ^__*

Stoccolma: tazze colorate..

Stoccolma: bricchi colorati..


Se aveste consigli, correzioni da farmi, o altre indicazioni: ditemi pure! Sarò felice di integrare il tutto, in modo da rendere quanto più completo e organizzato questo piccolo "reportage" di viaggio!

Stoccolma: io non ci salgo..

Stoccolma: porta..




Per leggere il seguito "I love Stockholm #2" clicca QUI

Instagram

© Anemone in Cucina. Design by FCD.