:: La mia lezione di cucina sui cupcakes.. a Bologna ::

29 marzo 2010


Primo post di primavera! ❤ Stento quasi a crederci: mi guardo indietro un pò intimorita temendo un colpo di coda invernale! No, pietà.. basta sinusite!! O__o
Tra l'altro, il mio sarà un inizio di primavera tutto pugliese visto che sono in terra natia per una decina di giorni! Che bel sole che c'è qui, e che arietta.. e poi { vogliamo mettere? } neanche l'ombra di quell'odiosissima umidità padana!!  In cui, però, dovrò tornare a breve... a fine post il  meraviglioso perchè!! ^___*

Bene, veniamo a noi! Questo lunedì ho un sacco di news! Da dove partiamo?
Per coerenza.. dalla ricetta: ho preparato questi cupcakes più di un mese fa, e nel freddo grigiore bolognese sono stati un vero inno alla primavera, con i loro teneri colori pastello!
Così, ho pensato di archiviarli temporaneamente e proporli proprio per celebrare la nuova stagione!
Direi che ormai ci siamo: si tratta di semplici cupcakes che ho arricchito con un pò di sciroppo di mandarino alla vaniglia {ricordate? E' sempre lui, lo stesso che ho utilizzato per questi biscotti romantici} e che ho decorato con degli zuccherini colorati.. utilizzando un procedimento che ho inventato in estemporanea!
Non sono adorabili? Di più: sono anche golosissimi e, perchè no, sistemati su una, o più, alzatine rappresentano una valida alternativa alla classica torta! Provate!


:: Cupcakes allo sciroppo di mandarino e vaniglia ::

Ingredienti per circa 12 cupcakes:
burro a pomata 115g
zucchero 120g
uova 3
farina 00 210g
sale 1 pizzico
lievito per dolci 2 cucchiaini scarsi
latte 60ml
sciroppo di mandarino alla vaniglia 3-4 cucchiai abbondanti

Per la copertura:
zuccherini colorati rosa e gialli q.b. 
sciroppo di mandarino alla vaniglia q.b.



1. Accendere il forno a 180°-200°C.
Foderare una teglia per muffins con 12 pirottini leggermente spennellati con pochissimo olio o burro.
Versare in una ciotola gli ingredienti secchi: setacciare la farina con il lievito, aggiungere il pizzico di sale e tenere da parte.
2. Con uno sbattitore elettrico: in un'ampia terrina, battere a crema il burro, già morbido, con lo zucchero fino ad ottenere un composto liscio. Aggiungere le uova, una per volta, assicurandosi che vengano assorbite bene. Aggiungere, man mano, la farina ed il lievito, precedentemente setacciati. Per ammorbidire l'impasto versare, a filo, il latte.
3. Riempire i pirottini per circa 2/3 ed infornare per 20-25 minuti in forno già caldo.
4. Fuori dal forno non far raffreddare del tutto le tortine ma, una volta tiepide, spennellarne la superficie con pochissimo sciroppo di mandarino alla vaniglia { oppure marmellata di arance }. Aspettare una decina di secondi.
5. Versare, sempre sulla superficie delle tortine, qualche zuccherino colorato e, col dorso di un cucchiaino, in senso rotatorio, "lavorarli" (facendoli sciogliere) ottenendo una specie di glassa. Completare decorando con altri zuccherini interi. Far raffreddare e servire.


SUGGERIMENTI:

• Per preparare lo sciroppo di mandarino alla vaniglia potete guardare qui, in un post dello scorso dicembre.

• Se volete, potete tranquillamente congelarli, avvolgendoli singolarmente in pellicola trasparente. Lasciateli scongelare a temperatura ambiente, mi raccomando!

• Potete decorare i cupcakes con quello che preferite: pasta di mandorle, perline colorate, codette.. insomma liberate la fantasia!







Bene! Passiamo alla notiziona del momento: suspense... il 16 aprile terrò un corso di cucina a Bologna!! Sì sì: proprio io!! E proprio sui cupcakes, questi tipici dolcetti americani che tanto adoro!
Non vi dico la sorpresa quando, circa due settimane fa, sono stata contattata dagli splendidi titolari di Maison Madeleines,  "lo spazio nel cuore di Bologna dedicato al piacere della cucina: libri di food writers internazionali, accessori per la tavola e la dispensa, selezione internazionale di prodotti dolci e salati, chef a domicilio e scuola di cucina" ( cito dalla loro pagina Facebook )!

Quando sono entrata lì per la prima volta i miei occhietti non smettevano di guardarsi intorno estasiati ❤: non potevo crederci! Speravo da tanto che anche a Bologna nascesse un luogo simile.. in cui trovare libri, utensili di ogni tipo, tè, pirottini, stampini, coloranti alimentari, set per decorazioni di torte, confetture particolarissime, prodotti della Wilton, della Decora e una serie infinite di altre cose.. insomma un paradiso per ogni foodblogger!
Vi consiglio vivamente di andare a trovare la dolcissima Ubalda: tra l'altro se dite che avete letto di Maison Madeleines sul mio blog ci sarà anche uno sconto per voi!! Dite che vi manda Anemone! ^___*
Cosa aspettate allora?

Per tutte le info su Maison Madeleines, in attesa del sito ufficiale, potete seguire la pagina su Facebook!! 
A breve anche un post e tante foto del negozio!









ALTRE INFO UTILI:

• Fino al 3 aprile 2010 nei supermercati Esselunga  la pasta Garofalo è in offerta a 0,64 centesimi  (500g).

• Nei supermercati Coop Adriatica in questi giorni, e fino ad esaurimanto scorte, potete acquistare una colomba pasquale a 1 euro!

• Sempre alla Coop, da oggi 29 marzo 2010 fino al 3 aprile 2010, a tutti i clienti verrà consegnato un buono sconto di 5 euro utilizzabile nel mese di aprile.



   

"Ho fatto l'uovo" per Caffarel!

19 marzo 2010



E dopo varie elucubrazioni { mi piace troppo questa parola: credo di averla imparata grazie ad una splendida canzone di Lucio Battisti, un'altra delle mie passioni }.. vi presento la mia decorazione per l'iniziativa Decora la tua Pasqua con Caffarel!

Premessa più che dovuta: non sono affatto una cima in quanto a lavori di precisione e devo ammettere che mi sono interrogata non poco su cosa realizzare: qualcosa di altamente scenografico { non che ne sia capace, intendiamoci } oppure, rimanendo "abbastanza" sul basso profilo, qualcosa che fosse ripetibile un pò da tutti? Bene.. da quello che potete vedere voi stessi ho scelto la seconda strada! ^___^

Visto che vado a periodi, e la grafica del blog lo dimostra, e visto che in questo momento sono nella fase tutto-retro-merletti-vintage e bla bla bla, ho pensato di realizzare una decorazione proprio in questo stile! La particolarità sta unicamente nel realizzare i petali di fiori cristallizzati, per il resto è davvero tutto molto semplice!


Come fare?

Il necessario:
un uovo di cioccolato fondente { se Caffarel molto meglio ^__^ }
colorante alimentare in spray rosa 
glassa reale 
petali di rosa biologici cristallizzati 
pizzo sangallo marrone
un grande telo per coprire il tavolo da lavoro



{ Giorno 1 }
Realizzare la base colorata con effetto anticato.
Spruzzare l'uovo di cioccolato con il colorante spray. Lasciar asciugare pochi secondi e, con un dischetto di cotone, picchiettare delicatamente in modo da sfumare il colore e ottenere un effetto grunge.

Realizzare i petali di rosa cristallizzati o brinati.
Occorrente: 1 albume, zucchero semolato q.b, petali di rosa fucsia { è importante che il colore dei petali risalti molto rispetto alla base, deve esserci un notevole contrasto cromatico! }
Sbattere leggermente l'albume { attenzione a non montarlo } e spennellare con un pennello da cucina i petali di rosa { assolutamente bio!!! }, poi spolverarli di zucchero semolato. 

Lasciar "riposare" il tutto per una notte su un foglio di carta forno..


{ Giorno 2 }
Decorare l'uovo.
1. Preparare la glassa reale utilizzando: 150g di zucchero a velo, 1 albume e 3 gocce di succo di limone. In un terrina sbattere l'albume con un cucchiaio di legno e, aggiungere, poco per volta, lo zucchero a velo precedentemente setacciato. Non appena il composto risulti liscio e omogeneo, aggiungere le gocce di limone e continuare a lavorare per qualche minuto.
Versare la glassa ottenuta in un piccolo cono di carta forno o in un accessorio apposito per decorazioni e, dopo aver tracciato con uno stuzzicadenti il disegno scelto, procedere decorando la superficie dell'uovo. Lasciar asciugare bene, dopodiché passare un pò di colorante rosa in spray sul disegno in glassa reale per creare un effetto ombra.

2. Realizzare i fiori con i petali cristallizzati.
Maneggiare con molta cura i petali: sovrapporli e, utilizzando pochissima glassa reale, chiuderli per comporre il fiore. Sempre con poche gocce di glassa far aderire i fiori così ottenuti alla superficie dell'uovo disponendoli dove più si preferisce.
Attendere che si asciughi il tutto!  

3. "Assemblaggio" finale.
Posizionare l'uovo su un secchiello colorato e "vestirlo" con una fascia sottile, e leggermente arricciata, di pizzo sangallo marrone. 




{ Particolare dei petali brinati durante la preparazione }


Cos'altro dire? Che mi son divertita tantissimo! Grazie di cuore a Caffarel per avermi dato questa opportunità! Finalmente si è riusciti a sdoganare anche la pratica, non diffusissima da noi, di decorare le uova di Pasqua! Mi auguro che siate in tantissime, d'ora in poi, a pasticciare e a divertirvi come me! 

Perciò, vi invito nuovamente a proporre le vostre uova decorate sul canale di Made in Kitchen Decora la tua Pasqua con Caffarel: tutti coloro che inseriranno foto e procedimento dei propri capolavori,  riceveranno direttamente a casa un omaggio da Caffarel! C'è tempo fino all' 11 aprile 2010!! ^___^





:: Brownies marmorizzati ::

15 marzo 2010


Un mesetto fa scarico questa applicazione per iPhone: grande immaginazione Siore e Siori.. si chiama iPhiladelphia!? Un pò scettica inizio a spulciarla ben benino, credendo sia l'ennesima ciofeca di applicazione culinaria gratuita. E invece no! Mi sbaglio di grosso: bella grafica, belle impostazioni e soprattutto belle ricette { naturalmente tutte a base di Philadelphia: ma nulla vieta di sostituirla con il formaggio cremoso che più ci piace, eh?! }.
Mi colpisce subito la ricetta rivisitata di questi tipici quadratini statunitensi, che non ho mai preparato prima e che, stranamente, incontra i miei gusti: di solito sono ricchissimi in burro e soprattutto in zucchero! Arrivo al dunque ^__^ : sono diventati il tormentone di questo periodo.. ed allora vi lascio le dosi, ormai super collaudate, sicurissima del risultato: sono buoni buoni buoni, umidi e cioccolatosi come piace a me!
Oh oh.. dimenticavo: solo dopo ho scoperto che c'è anche un sito Philadelphia!! ^___*



:: Brownies marmorizzati ::

Ingredienti per una teglia rettangolare di 24x18cm circa :
burro 80g
cioccolato fondente 80g
zucchero di canna 120g
uova 2
farina 40g
cacao amaro 40g
lievito per dolci 1 cucchiaino

per la copertura:
formaggio light (tipo Philadelphia) 160g
zucchero 40g



Direttamente da sito Philadelphia copio/incollo:
Riunire in una casseruola il burro a dadini con lo zucchero di canna e mescolare su fiamma bassa fino a che il burro si è sciolto. Togliere la casseruola dal fuoco, aggiungere il cioccolato tritato finemente, e mescolare fino ad ottenere un composto omogeneo.
Lasciar intiepidire, versare l’insieme in una ciotola, aggiungere le uova, una alla volta, e mescolare. Unire la farina setacciata con il cacao ed il lievito, amalgamare gli ingredienti e versare l’impasto in uno stampo rettangolare di 24x18 cm circa, rivestito con carta forno.
Montare il formaggio light con lo zucchero rimasto fino ad ottenere un composto spumoso, versarlo a cucchiaiate nell’impasto al cioccolato e tirarlo con la punta di un coltello in modo da ottenere un disegno marmorizzato.
Cuocere il dolce in forno preriscaldato a 180° per circa 30 minuti, lasciar raffreddare su una gratella e tagliare la torta a piccoli rettangoli.







• Ho appena inaugurato un inspiration blog sulla piattaforma Tumblr: si chiama { l'altro Corner } ed è un blog prettamente fotografico in cui riporto quello che più mi piace durante il mio girovagare per la rete! Saluto R. ed A. per avermi dato una mano con l'html: grazie ragazzi! 

• Vi ricordo della lodevole iniziativa legata a sostenere e rilanciare la storica azienda dolciaria abruzzese Sorelle Nurzia.

• Se per gestire il vostro blog utilizzate blogger in draft { se così non fosse, vi consiglio vivamente di farlo } vi sarete sicuramente accorti del nuovo designer modelli: per saperne di più ecco qui il post di Tenebrae.

• Infine, vi segnalo che da lunedì prossimo, presso i supermercati Lidl, saranno in vendita moltissimi accessori e utensili da cucina.


Ed ora vi saluto con qualche scatto della bellissima città { innevata fino a sabato } in cui ho la fortuna di vivere...








:: Mini plum cakes alla marmellata di arance ::

8 marzo 2010



Era una bella giornata quasi tiepidina quando, la scorsa settimana, ho preso la mia Canon per immortalare questi piccoli cakes {e ho messo lo stendino col bucato sul balcone: eh sì, non c'è un chiaro nesso tra le due cose ma mi andava di dirvelo, ecco}. Dico era perchè, nel giro di poche ore, siamo ripiombati nel bel mezzo dell'inverno! E via di nuovo con sinusite e mal di testa! Ahi ahi ahi.. sarà la vecchiaia che incombe? Mah, forse anche quella!

Bene, come avrete capito questo post è pericolosamente meteoropatico.. perciò concludo con un detto del mio nonnino che, in deciso dialetto alto-salentino, mi dice sempre: "La massara non si toglie il suo pannaggio se non arriva il quaranta di maggio" e che, in soldoni, intima a non scoprirsi fino al 20 giugno!!
Nonnino mio.. da quest'anno in poi giuro che ti prendo alla lettera!!

Ok ok: veniamo alla ricetta! Si tratta di semplicissimi cakes a cui ho pensato di aggiungere un pò di marmellata {con scorzette} di arance autoprodotta, ve la ricordate? La marmellata non fa da ripieno, però: infatti, la particolarità sta nel fatto che ho preferito "allungarla" in un pò di latte tiepido, per poi aggiungere il tutto all'impasto! Il risultato è un piccolo cake fragrante e profumatissimo: ma mi raccomando alla cottura! Secondo me i cakes in generale non sono tali se non assumono un bel colore deciso: insomma io voglio la crosta, non una superficie anemica e anonima!




:: Mini plum cakes alla marmellata di arance ::

Ingredienti per 6 cakes piccoli o per un plum cake grande:
zucchero 170g
uova 3
olio e.v.o. 2/3 di bicchiere
farina 00 350g
latte q.b. per ammorbidire l'impasto
lievito per dolci 1 bustina
marmellata di arance 3-4 cucchiai abbondanti
{sciolti in un pò di latte tiepido}




Lavorare bene, in una capiente terrina, le uova e lo zucchero. Versare l'olio e.v.o. e continuare a mescolare. Poco per volta, aggiungere la farina setacciata insieme al lievito per dolci. Aggiungere un pò di latte ogni volta che il composto risulti duro e difficile da lavorare. Riscaldare un pò di latte (2-3 dita) e sciogliervi la marmellata di arance. Versare nell'impasto e continuare a rimestare bene fino ad ottenere un bell' impasto liscio. Infornare, in forno già caldo, per circa 45 minuti a 180°C.





• Fino al 13 marzo nei negozi Naturasì ci sarà uno sconto del 10% su tutta la spesa!!

• Sempre nei supermercati Naturasì: ecco qui le offerte del mese di marzo.




:: Decora la tua Pasqua con Caffarel ::

4 marzo 2010



Due settimane fa sono stata contattata dalla carinissima Alessandra che, per conto di Caffarel, mi invitava a partecipare ad una deliziosa iniziativa, Decora la tua Pasqua con Caffarel, storica casa del cioccolato piemontese.

Ecco come sono andate le cose finora: due giorni fa ho ricevuto uno splendido kit, estremamente primaverile nella concezione e curatissimo in tutti i suoi particolari!
Non vi dico la gioia nell'aprirlo: all'interno di una scatola rosso carminio, avvolti da una soffice erbetta di carta, hanno fatto capolino:
un uovo di puro cioccolato fondente Caffarel,
colorate decorazioni in zucchero,
una tavoletta di cioccolato fondente,
una bomboletta di colore alimentare in spray { rosa }
un grembiule marrone con logo Caffarel.


Insomma, i miei occhietti da foodblogger hanno brillato per mezza giornata! Quello che dovrò fare adesso è personalizzare/decorare l'uovo di cioccolato con i materiali che mi sono stati forniti. Perciò arrivederci su questi schermi per vedere cosa verrà fuori !? ^___^


Ma non è tutto!
Udite udite: Caffarel ha pensato bene di allargare l'iniziativa a tutti coloro che vogliano cimentarsi nella decorazione di un uovo di cioccolato.

CHIUNQUE pubblicherà sul nuovo canale di Made In Kitchen Decora la tua Pasqua con Caffarel { previa registrazione } una foto del proprio uovo decorato, riceverà direttamente a casa un simpatico omaggio da Caffarel.
Non trovate che sia un'attività molto divertente? 
Dài, su, lanciatevi anche voi! Potreste utilizzare del cioccolato fuso o delle decorazioni in zucchero, o in pasta di mandorle... o quello che preferite!! ^__*

  Per informazioni più dettagliate su come partecipare cliccate qui e qui !

  Il termine ultimo per partecipare è l'11 aprile.




IN SINTESI:

• Decorate anche voi il vostro uovo di cioccolato, registratevi su Made In Kitchen, e pubblicate la foto della vostra decorazione sulla pagina Decora la tua Pasqua con Caffarel. Tutto entro l'11 aprile 2010! Riceverete a casa un omaggio da Caffarel!

• Per conoscere l'elenco completo delle blogger coinvolte nell'inziativa potete leggere qui sul sito Caffarel.



 Grazie mille Caffarel  





:: Insalata di arance e finocchi ::

1 marzo 2010


Oh oh! So già cosa vi starete chiedendo: ma è davvero un'insalata quella in foto??? Ebbene.. la risposta è: ! Sembrerà strano, vista la stragrande maggioranza delle mie ricette, ma anch'io mangio quotidianamente frutta e verdura ^___^ ! E questa volta sono così entusiasta della bontà "semplice" di questa insalata che non volevo proprio esimermi dal proporvela!!
Ho ancora tante arance  { mandate dai miei: dalla mia meravigliosa Puglia } e allora cosa c'è di meglio? Sapori invernali ma colori primaverili: l'abbinamento mi ha davvero stupita, non  pensavo mi piacesse così tanto l'arancia con sale e olio!!


:: Insalata di arance e finocchi :: 

Ingredienti per 2-3 persone:
arance grandi 2
finocchi 2
olio e.v.o. 2 cucchiai
sale ai fiori bio q.b.
peperoncino in polvere un pizzico
barbine dei finocchi q.b. per guarnire


Sbucciare le arance togliendo anche la parte bianca. Affettarle in modo da ottenere delle rondelle. Pulire bene i finocchi lavandoli almeno per un minuto sotto l'acqua corrente. Affettarli e tenere da parte un po' di barbina verde. Disporre nei piatti le rondelle d'arancia alternandole alle fettine di finocchi. Aggiungere qua e là qualche ciuffetto verde. Condire con sale, peperoncino e olio extravergine d'oliva.
La ricetta è tratta da un numero di Donna Moderna del 2006 e che ho scovato qui.



SUGGERIMENTI:

• Per arricchire l'insalata è possibile aggiungere olive taggiasche, scaglie di parmigiano o grana, gherigli di noce, rucola, avocado, senape, origano, mandorle a lamelle, sesamo, zenzero... insomma c'è davvero l'imabarazzo della scelta!









Con questa ricetta partecipo alla bella raccolta La cucina a colori di Elena
E' possibile partecipare fino al 30 aprile 2010.




Instagram

© Anemone in Cucina. Design by FCD.