:: Quiche al mascarpone con pate à quiche di Felder::

22 febbraio 2010



Ma meno male che c'è Carla Bruni.. ! Non riesco a smettere di cantare questo ritornello.. ho perso la voce! E me lo sono canticchiata anche quando ho pensato: oh oh.. non sto rispettando le stagionalità! Ma sì, in fondo che problema c'è se le zucchine non sono di stagione se c'è Carla Bruni??? ^___^ 
Ottima idea per un buffet o un aperitivo tra amici, questa quiche ha convinto tutti.. mascarpone e zucchine sono deliziosi insieme!


:: Quiche al mascarpone ::

Ingredienti:
farina 200g
sale 5g
burro a pezzetti 90g
uovo 1
acqua 20g

zucchine 200g
mascarpone 300g
grana grattugiato 50g
uova 3 
cotto Praga 1 fetta spessa
noce moscata



Preparare la pasta da quiche: lavorare la farina, il sale e il burro (morbido) in una ciotola, con le dita, fino a quando il burro è stato assorbito dalla farina. Aggiungere l’uovo e l’acqua e impastare. Quando la pasta sarà omogenea, avvolgerla con della pellicola e metterla a riposare al frigo per 2 ore.

Preparare il ripieno: lavare e spuntare le zucchine e tagliarle a fiammifero nel senso della lunghezza. Cuocerle a vapore per 15 minuti circa. Tagliare a dadini la fetta spessa di prosciutto cotto.
Sgusciare le uova in una terrina e sbattere leggermente, incorporare il grana grattugiato, il mascarpone e i dadini di prosciutto. Salare, profumare con un pizzico di noce moscata e tenere da parte.


Prelevare la pasta dal frigo e lavorarla ancora per qualche istante, quindi stenderla in modo da ottenere un disco di sfoglia non troppo sottile, con il quale foderare una teglia rotonda del diametro di 22-24 cm rivestita con carta forno. Versare uniformemente sulla base il composto di uova e mascarpone e sistemare a raggiera, sulla superficie, i bastoncini di zucchine. Passare in forno preriscaldato 190°C per 50 minuti circa.
Questa ricetta è tratta da Pizze, focacce, torte salate da La Grande Cucina del Corriere della Sera e riadattata da me. La pasta da quiche è quella di Felder riportata da Sigrid.



SUGGERIMENTI:

• Per ottenere una quiche più vegetariana è possibile sostituire il prosciutto cotto con dadini di pomodoro!






:: Ecco il pdf della raccolta CUOceRE AL VAPORE ::

15 febbraio 2010



Ricetta super inflazionata questo lunedì: per dare risalto al pdf della raccolta CUOceRE AL VAPORE! Dicevo inflazionata, sì, ma strepitosa: deve pur esserci un motivo se tantissimi foodblogger li hanno proposti!! Credo siano i biscotti al cioccolato più veloci che abbia mai preparato ma anche i più buoni: croccanti fuori e teneri all'interno, non vi deluderanno!
Perciò, se non li avete ancora assaggiati... di corsa ai fornelli, su! ^___^



:: Chocolate Crinkles ::

Ingredienti:
Burro 60 g
Cioccolato fondente spezzettato 225 g
Zucchero 100 g
Uova 2 (grandi)
Estratto naturale di vaniglia 2 cucchiaini
Farina 00 225 g
Sale un pizzico
Lievito per dolci 1 cucchiaino raso

Per la copertura: zucchero a velo e zucchero semolato



Copio/incollo dal blog di Antonella Croce e Delizia
Fate sciogliere a bagnomaria il cioccolato insieme al burro. A parte, setacciate la farina con il lievito e il sale. Sbattere le uova con lo zucchero fino ad ottenere un composto spumoso e chiaro, a questo punto unire la vaniglia e il cioccolato fuso ed infine anche la farina setacciata, ma ricordate di mescolare velocemente e solo il tempo necessario affinché il tutto venga assorbito, non oltre.
Coprite l’impasto con pellicola per alimenti e metterlo in frigorifero per almeno 3 ore, meglio tutta la notte.
Portare il forno alla temperatura di 170° C. Versare lo zucchero a velo e quello semolato in due ciotoline. Riprendere l’impasto e formare delle palline di circa 3 cm di diametro. Passarle prima nello zucchero semolato, pressando leggermente per fare aderire bene, e poi nello zucchero a velo ricoprendole con uno strato abbondante prima di disporle su una teglia rivestita con carta forno.Infornare per circa 8-9 minuti, non superare il tempo indicato poiché i bordi dovranno essere fermi ma il cuore ancora morbido.


SUGGERIMENTI (sempre tratti dal blog Croce e Delizia):

• Data la grande quantità , è fondamentale utilzzare un buon cioccolato.

• Durante la formazione delle palline badate a non far surriscaldare troppo l’impasto. Se ciò accade, riponetelo in frigorifero tra una sfornata e l’altra.

• Se preferite dei biscottini più bassi, dopo aver sistemato le palline sulla teglia, e prima di infornarli, schiacciateli leggermente con la mano.

• Le comuni ricette prevedono un solo passaggio nello zucchero a velo, ma il food scientist, Shirley Corriher, ci svela il suo segreto:

"My secret weapon is I roll the dough balls in plain table sugar first," she says. "Then I roll them heavily in powdered sugar, so it stays snow white and really dramatic against the black cookie dough. When you bite in, they're crisp on the surface and gooey and doughy inside."

Quindi doppio passaggio, prima zucchero semolato poi abbondante zucchero a velo.

Pur seguendo il suo consiglio di Corriher non sono riuscita ad ottenere un superficie esterna perfettamente asciutta e candida. Credo sia inevitabile lo scioglimento, in parte, dello zucchero che li riveste.
Confesso che per alcuni è seguito un ulteriore tuffetto nello zucchero a velo dopo la cottura :)
• A tal proposito, è bene lasciare asciugare bene i biscottini prima di riporli in delle scatole di latta.




LA MIA IDEA IN PIU': se volete regalarli potete fare come me, riponete ogni biscottino su due pirottini di colore e dimensione diversi e create dei pacchettini con del cellophane!

Ed eccoci al dunque: ringrazio ancora tutti i partecipanti alla raccolta e vi dono con immenso piacere questo pdf colorato con tante ricettine al vapore! Fatemi sapere se vi piace, cosa ne pensate, se ci sono errori.. insomma io sono qui per eventuali rettifiche!!




Clicca per scaricare il pdf






:: Biscotti di San Valentino con sciroppo di mandarino e cioccolato e freebies per voi ::

12 febbraio 2010




Mi ha sempre fatto sorridere l'intento moralizzatore della Chiesa che, anni addietro, per mettere fine ad una "pratica sessuale scambista" pagana, impose il culto del martire Valentino. 
Chissà se, all'epoca, avrebbero mai immaginato dove questa festività ci avrebbe condotti.. dritti dritti in supermercato verso un tubetto blu pieno di cioccolatini! Mah!?

Così, per una foodblogger che non festeggia San Valentino.. beh, questa ricorrenza almeno è una buona occasione per rispolverare gli stampini a forma di cuore!  ^___^  Iu-uuuh!
E allora suvvia: tiriamoli fuori e divertiamoci ad impastare (e inzuppare nel cioccolato)!!
Vi lascio delle ideuzze semplici e simpatiche per i vostri amori.. ma anche no.. anche solo per voi, e  basta. Perchè che il nostro motto sia e rimanga sempre: I heart me



:: Cuori di San Valentino con sciroppo di mandarino e cioccolato ::

Ingredienti:
farina 00 250g
zucchero 100g
uovo 1
burro ammorbidito 125g
sciroppo di mandarino alla vaniglia 2 cucchiai
cioccolato fondente 150g



Porre il burro ammorbidito su un tagliere, aggiungere lo zucchero e lavorare tutto con il palmo della mano per qualche istante; unire, quindi, l'uovo e amalgamare nuovamente l'impasto. Aggiungere lo sciroppo di mandarino alla vaniglia e lavorare ancora.
Versare la farina, precedentemente setacciata, e impastare fino a rendere omogeneo il composto. Avvolgere la pasta frolla nella pellicola trasparente e lasciare in frigo per almeno 30 minuti prima di servirsene. Realizzare i biscotti e infornare per circa 10-15 minuti in forno già caldo, a 180°C.
Una volta sfornati, far sciogliere a bagnomaria il cioccolato ed intingerli per metà. 
Lasciar raffreddare i biscotti su un foglio di carta forno.


SUGGERIMENTI: 

• Per lo sciroppo di mandarino alla vaniglia potete guardare qui, in un post dello scorso dicembre.



 







• Ho pensato di realizzare dei pacchettini ricolmi di lecca lecca: sono molto simpatici, non trovate anche voi? Ho stampato e ritagliato questo template che ho scovato sul sito di Martha Stewart.
Qui trovate il video in cui la mitica Martha spiega come procedere! E' davvero semplice: serve un pò di cartoncino, un nastrino colorato ed il gioco è fatto: pronti da regalare alle persone care!











• Il sito di Martha offre un sacco di spunti: ho trovato molto tenero anche questo piccolo segnalibro a forma di cuore! E in mancanza del template ufficiale ho pensato bene di proporvelo io: fatto con le mie manine! ^__^ 
Se volete potete scaricarlo da qui.
Bisogna solo ritagliare i due cuori ed incollare il più piccolo, per metà, sull'altro! 




• Infine, vi giuro che ho finito, ho realizzato anche delle cartoline "romantiche"! 
Spero possano essere utili a qualcuno! ^__^  Per scaricarle cliccate qui!








Bene, buon weekend a tutti voi!


:: Mini pain d’épices (pan di spezie) con fichi e albicocche secche ::

8 febbraio 2010



Un pò di tempo fa avevo promesso che vi avrei passato un pò di ricette tratte dal libro di Ilona Chovancova, Cakes dolci e salati: una miniera di spunti non indifferente! Sfogli e ti accorgi di particolari sempre nuovi! 
Eccoci alla seconda ricetta: prepariamo il pan di spezie, dolce di tradizione nordica, originariamente privo di uova, burro, zucchero.. ma di tanto tanto miele (anche 500g).. che si presta a mille varianti! Questa è decisamente più ricca e prevede l'aggiunta di albicocche e fichi secchi... e non solo: ci sono uvetta, nocciole, buccia d'arancia e limone! Vi basta??  ^__^'
Insomma, questo potrebbe essere il piacevole compagno di una bella spremuta d'arancia a colazione o di un buon tè pomeridiano con le amiche!


:: Mini pain d’épices (pan di spezie) con fichi e albicocche secche ::

 Ingredienti:
farina integrale 100g
farina 0 150g
uova 3
zucchero 30g
burro 50g
miele 180g (5 cucchiai abbondanti)
latte parzialmente scremato 9cl
rum 5cl
fichi secchi 2 manciate
albicocche secche 2 manciate
uvetta 2 manciate
nocciole 2 manciate
buccia di un limone
buccia di mezza arancia 
quattro spezie 1 cucchiaino
lievito per dolci 1/2 bustina 
sale 1 pizzico


Mettere in ammollo nel rum le albicocche, i fichi, l'uvetta e le bucce degli agrumi per un'ora. Scaldare il forno a 180°C. Imburrare e infarinare 4-6 mini stampini per plumcake. Sbattere le uova con lo zucchero finché il composto non diventa chiaro e spumoso. Aggiungere il latte con il miele, i due tipi di farina, il sale e il burro fuso. Incorporare la frutta secca con il rum, le nocciole, il mix quattro spezie e il lievito. Versare l'impasto negli stampini. Infornare e cuocere per 40 minuti.




SUGGERIMENTI:
• Il preparato quattro spezie è un mix di spezie a base di cannella, noce moscata e chiodi di garofano. La quarta spezia può variare: zenzero, pepe, peperoncino, etc..
Per prepararlo a casa: mescolare 1g di noce moscata con 6g di cannella, 2 chiodi di garofano, 6g di anice verde, 1g di zenzero, 1g di pepe di Giamaica. Tritare in un mortaio tutte le spezie.

• Naturalmente è possibile personalizzare come più si preferisce il pan di spezie: potete sottrarre ingredienti o aggiungerne di nuovi!








Pochissimi giorni fa, presa da una irrefrenabile voglia di rovistare tra i cassetti di armadi e scrivania, cosa ti trovo?? Una moleskine nuova... mai vista prima! E chi ce l'ha messa qui??? Mi guardo intorno: nessuno risponde.. bene, è mia! ^___*
Guarda caso ero proprio alla ricerca di un' agendina (sì, lo so... siamo già a febbraio, ma io ho i miei tempi!!) da personalizzare, attività che mi piace tanto.. si vede???

Scopro che intorno a questo mitico taccuino gira tutto un mondo: lo si può "customizzare" davvero come più si preferisce.. addirittura dal sito Moleskine (inglese) è possibile scaricare templates o crearne di nuovi attraverso il pratico wizard!
Non contenta continuo a cercare e, sommo gaudio, vedo che la dolce Momo aveva confezionato dei bellissimi (e kawaii ❤) planner mensili!! Davvero brava! ^__^  Ne stampo un pò, li ritaglio con cura e li sistemo nell'agendina nuova!
Ebbene.. come completare il tutto? Ma andando a fare un salto da Accessorize, una delle mie tappe preferite!! In questo periodo, poi, ci sono dei saldi eccezionali (70%). 
Ho trovato, così, a pochi euro, un qualcosa che non saprei ben definire: a metà tra borsettina/porta fermagli/organizer per bambini che ho riadattato come cover! Le dimensioni sono perfette e il risultato è so cuuuuute!! Non trovate?







Altro giro altra corsa, un pò di segnalazioni:

• Nei supermercati Esselunga trovate, fino al 17 febbraio, la pasta Garofalo a 0,65 cent (500g).

• Da Lidl, a partire da giovedì 11 febbraio, è possibile acquistare stampi per dolci a forma di cuore in silicone.

• Finalmente anche Blogger offre la possibilità di pubblicare delle pagine statiche, come Wordpress invece fa da un pezzo: vi siete accorte che nella sezione Post, accanto a Modifica Post è comparso Modifica Pagine? Ecco, serve proprio a questo: se volete potete fare come me e trasferire il vostro indice delle ricette in una pagina a sè! Non in un post, badate bene, ma proprio in una pagina a parte del blog che non comparirà più tra i post! Potete leggere i post di Blogger, Tenebrae e Iole al riguardo.



Ok, anche per oggi è tutto! Alla prossima!






:: Cantucci bicolore ::

1 febbraio 2010



In questi giorni il cielo grigio cenere si confonde con la neve sui tetti, e tutto assume una luce nuova: io guardo fuori come una bimba piccola, con gli occhi sgranati di gioia e commozione: da quando sono in questa città non ho mai visto così tanta neve! 
Così esco fuori, da sola, e mi diverto a camminare sulla neve intonsa, non ancora calpestata. 
E sorrido: che crepitìo!! Lasciamo stare l'associazione che mi viene, immediatamente, con un enfisema sottocutaneo.. "deformazione studentesca"! 
Tornata a casa, col naso rosso: accendo il forno e preparo questi biscottini molto croccanti (vi avviso!) che puccio nel cioccolato.. che vuoi di più, mi chiedo? 
Ecco, forse ce l'ho: se continua a nevicare così.. chissà, potrei fare sci di fondo!   ^___^


:: Cantucci bicolore :: 

Ingredienti per 8 persone:
farina00 250g
zucchero semolato 300g (250 se li preferite meno dolci)
mandorle tostate 125g
uova
lievito in polvere 1 cucchiaino
sale un pizzico
cioccolato fondente in scaglie 200g
burro e farina per la placca


Sul piano di lavoro setacciare a fontana la farina con il lievito, quindi aggiungere lo zucchero ed il sale. Versare al centro le uova e lavorare il tutto fino ad ottenere un impasto sodo e uniforme. 
Incorporare, infine, le mandorle intere ed amalgamare con cura.

Formare con l'impasto un filone di circa 5 cm di larghezza e adagiarlo su una placca da forno imburrata e infarinata. Cuocere in forno preriscaldato a 180 °C per 40 minuti, quindi sfornare e lasciare intiepidire.

Sformare il filone sul tagliere e, con l'aiuto di un coltello bagnato, affettarlo in modo da ottenere tanti bastoncini regolari dello spessore di circa 1 cm. Disporre le fettine sulla placca e infornare nuovamente; dopo 5 minuti girarle dall'altro lato e farle biscottare ancora per 5 minuti; sfornare e lasciar raffreddare completamente.

In un pentolino scaldare a bagnomaria il cioccolato in scaglie; quando si sarà completamente sciolto immergervi  per metà i cantucci, uno alla volta. A mano a mano che saranno pronti disporli su un foglio di carta oleata, distanziarli l'uno dall'altro, affinché il cioccolato solidifichi. Disporre i biscottini ormai freddi sul piatto da portata e servire in tavola.

Questa ricetta è tratta da "Piccola Pasticceria" de La Grande Cucina del Corriere della Sera, ormai una garanzia per me!



SUGGERIMENTI: 

Se preferite, invece di immergere i cantucci nel cioccolato fuso, potete spennellarli direttamente con un pennello da cucina. Io, in questo modo, ho evitato di sporcare troppo la cucina! ^__^



Buona settimana di cuore! E speriamo sia un buon febbraio! 





Instagram

© Anemone in Cucina. Design by FCD.