:: Torta salata al mascarpone e peperoncino ::

26 ottobre 2009




Buon lunedì a tutti!    ^___^    Come state? Io un pò intontita.. mah!?
E' da un pò che non vi propongo qualcosa di salato.. e allora rimedio subito, offrendovi un tortino salato niente male! Se vi piace il peperoncino ( io l'adoro! ) dovete assolutamente provarlo: si tratta di una torta a cui ricotta e mascarpone conferiscono un sapore molto delicato che, poi, viene "personalizzato" grazie al tocco deciso di peperoncini rossi ed erba cipollina.
L'idea mi è venuta sfogliando il mio nuovo libro di cucina, un must della Guido Tommasi Editore: Cakes Dolci e Salati. Ero partita con l'idea di preparare il cake al formaggio bianco, ma avevo solo un uovo ed era domenica, così ho riadattato il tutto a modo mio! ^__^'
Per fortuna non ho fatto un disastro: anzi, i miei commensali hanno gradito molto!



:: Torta salata al mascarpone e peperoncino :: 

Ingredienti per 4 persone:
mascarpone 100g
ricotta 125g
farina 0 200g
uovo 1
sale 5g
olio e.v.o. 2 cucchiai
latte q.b. per ammorbidire l'impasto
erba cipollina 1 mazzetto
peperoncini rossi 2



Nel mixer ( o a mano, in una terrina ) lavorare insieme l'uovo con olio e.v.o, ricotta e mascarpone.
Aggiungere farina, sale e latte ( q.b. per ammorbidire l'impasto).
Aggiungere l'erba cipollina tritata e i peperoncini tagliuzzati.
Versare il tutto in una piccola teglia rettangolare (può andar bene anche quella per plumcake) e infornare, in forno già caldo, a 180°C per 40 minuti circa.





Buona settimana!
PS: una curiosità.. che tempo c'è da voi? Qui, a Bologna, è tornato il caldino.. 20 gradi!!
Mah, non ci capisco un gran che!  ^___^'

:: Muffins ai mirtilli ::

19 ottobre 2009





Come dice Salsadisapa questo sì che è autunno!

Adoro questo freddino pungente! Per me è un periodo splendido: mi hanno sempre affascinata i suoi colori, le sue luci, i suoi sapori! Potesse essere sempre autunno.. mi fucilate se lo dico??  ^___^'  Forse sì!
Ok ok.. cerco di farmi perdonare offrendovi un muffin!

Era da un pò che cercavo, invano lo ammetto, di preparare dei muffin ai mirtilli.. ecco, ora ho la ricetta perfetta! Credetemi!
Tuki non delude mai, i suoi muffins ai mirtilli sono semplicemente deliziosi! Li avete mai preparati?






:: Blueberry muffins: muffins ai mirtilli ::

Ingredienti:
farina autolievitante 375g
farina 00 75 g
uova intere 2
latte 250ml
 burro fuso 125g
zucchero di canna 115g
mirtilli lavati e asciugati 200g
vaniglia a piacere



Copio/incollo da Tuki:
Preriscaldare il forno a 180°C. In un recipiente setacciare la farina, aggiungervi lo zucchero e i mirtilli e mescolare; sbattere le uova assieme al latte e alla vaniglia e versare sugli ingredienti asciutti, unire anche il burro fuso (tiepido) e mescolare velocemente con un cucchiaio di metallo fino a quando gli ingredienti risultano amalgamati. Affinchè il prodotto finale non risulti gommoso, il composto non dev'essere perfettamente liscio ma deve presentare alcuni piccoli grumi. Aiutandosi con due cucchiai, distribuire l'impasto negli stampini imburrati o negli appositi pirottini di carta, riempendoli per 3/4; cuocere per 30 minuti e fare la prova cottura infilandovi uno stecchino nel centro, quando questo uscirà perfettamente asciutto sfornare i dolci e lasciarli raffreddare. Servire freddi o tiepidi, sono migliori se consumati lo stesso giorno.

Nota: se utilizzate mirtilli surgelati utilizzateli subito, senza farli scongelare, altrimenti l'impasto si colorerà con il succo dei mirtilli.





:: Torta di prugne sbriciolata ( di Marina Braito ) ::

12 ottobre 2009

Photobucket



Sono tornata a Bologna!
Che periodaccio: non mi sono ripresa del tutto da questa brutta influenza.. ma davanti al dilemma del secolo accendere-o-no-il-forno (?) non ho saputo resistere e, ancora febbricitante, ho preparato questa  autentica meraviglia! Si tratta della torta sbriciolata di Marina B. che ho scovato qui sul blog di Antonella Croce e Delizia.
Decisamente una delle migliori torte che abbia preparato: un croccante guscio di pasta streusel ad avvolgere un ripieno di succose prugne (sono le ultime, affrettatevi!) e una colata di panna e yogurt ad ammorbidire il tutto!
Grazie Antonella e grazie Marina!!


Photobucket



:: Torta di prugne sbriciolata ::

Ingredienti per una teglia da 24 cm di diametro:

 farina 00 200g
zucchero 150g
burro 100g
lievito in polvere 1 cucchiaino

uova 2
panna liquida 200ml
yogurt bianco 1 (125ml)
zucchero di canna 100g (secondo me anche meno)
prugne (o mele) 1kg


Copio/incollo da Antonella:
Versare in una ciotola la farina, lo zucchero, il burro freddo a pezzettini e il lievito. Lavorare sfregando il tutto con le dita fino ad ottenere delle briciolone.
Se durante la lavorazione ciò che otterrete è uno sfarinato composto di briciole sottilissime vuol dire che l’impasto è troppo asciutto, aggiungere in tal caso mezzo cucchiaio di latte freddo e proseguite.

Versare 3/4 dell'impasto in una tortiera a cerniera del diametro di 24 cm, metterci sopra le prugne sbucciate e tagliate a spicchi.
Io ho utilizzato le prugne private del nocciolo interno e divise in 4 parti. Ricordate di utilizzare delle prugne a giusta maturazione altrimenti vi toccherà abbondare con lo zucchero.

Versare sopra il rimanete 1/4 dell'impasto. Non premete, tutto deve risultare molto irregolare.

Infornare a 180 ventilato o 200°C  statico per 20 minuti

Nel frattempo mescolate con una frusta tutti gli altri ingredienti (panna, joghurt, uova e zucchero di canna). Trascorsi i 20 minuti estraete la torta dal forno e versateci sopra questo composto.
Infornate di nuovo per altri 40 minuti.

Attenzione! Se utilizzate lo stampo a cerniera una piccola parte del liquido versato potrebbe fuoriuscire dal fondo della tortiera. Per evitare spiacevoli inconvenienti in forno è bene sistemare il dolce all’interno di un vassoietto di alluminio che fungerà in tal caso da raccoglitore. E’ preferibile utilizzare il forno ventilato per consentire al ripieno di asciugarsi ulteriormente.




Photobucket



SUGGERIMENTI:

• Per i consigli di Marina Braito sulla sua torta andate qui
• La ricetta originale di Marina prevede l'utilizzo di mele. Io, da sperimentatrice quale sono, ho provato anche con le pere e devo dire che il risultato è stato ottimo! Unica accortezza è ridurre drasticamente le dosi di zucchero!
• Per l'etimologia culinaria del termine streusel vi rimando a Cavoletto e Wikipedia.




PS: vi va di vedere un pò di scatti delle mie vacanze? Ho appena creato il photoblog:  :: anemone's photoblog :: shooting in love
Sono foto senza pretese, ma sentite, che ritraggono molti posti della mia infanzia..




:: Raccolta CUOceRE al vapore ::

1 ottobre 2009





Ed eccomi qui!! Salve a tutti, come state?
Io benissimo, rinfrancata e pronta a riprendere insieme a voi l'avventura del blog! In realtà ho un pò di febbre e un vocione raffreddato da far paura.. ma chissene!!

Colgo l'occasione per ringraziarvi tutti, siete così cari! E non mi rivolgo solo alle amiche foodblogger che ormai sono di casa nel ::Corner:: (grazie di cuore♥, senza di voi non saprei come fare: siete un continuo stimolo e spunto!!), ma anche a tutti gli aficionados e agli abbonati ai feed che abitualmente passano da qui.
Sarei così contenta se lasciaste una piccola traccia del vostro passaggio..anche solo un CIAO, se vi va!! (Potete usare la modalità "anonimo" se non avete un account Google!!  ^___^)

Ok.. ora riprendiamo con l'attività del blog: come ampiamente preannunciato (il tutto è nato in seguito alla preparazione del pane al vapore) è arrivato il momento della mia prima raccolta: CUOceRE AL VAPORE.
Ho pensato di intitolarla così perchè quello del vapore è un metodo di cottura "dolce".
Ma non solo... il vapore non è mica solo questo, eh?
Vediamo un pò perchè (perdonatemi, ma mi dilungherò)!

Negli ultimi tempi cuocere con il vapore è sempre più in voga, ma ancora non così abituale.
Eppure è strano, visti i vantaggi! Pensate che in Oriente, nella case e nei ristoranti, è uso impilare in un'unica ampia pentola più cestelli di bambù: con un consumo energetico irrisorio si possono cuocere alimenti diversi insieme! La tecnica di cottura è davvero semplice: si sistema l'alimento in una pentola (o in un recipiente adatto) chiusa in modo più o meno ermetico. Qui entrerà in contatto con il vapore prodotto dal liquido in ebollizione e si cuocerà. Niente di più semplice, io di solito mi comporto così: metto due o tre dita d'acqua nella pentola, porto a bollore, infilo il cestello d'acciaio su cui ho disposto il cibo, abbasso la fiamma, copro ben bene con il coperchio e vai, è fatta!!
Se invece desidero cuocere più pietanze contemporaneamente utilizzo i cestelli di bambù, che impilo l'uno sull'altro. L'unica accortezza, in questo caso, è disporre nel cestello più basso quei cibi che richiedano temperature di cottura maggiori (farinacei e verdure) e nella parte alta i prodotti a base di carne e pesce, in modo che il calore li raggiunga attenuato.



TIPS & TRICKS: i vantaggi della cucina a vapore !

• I cibi non disperdono le loro sostanze, come accade, invece, quando sono immersi in acqua e, perciò, mantengono maggiormente le loro proprietà nutrizionali.

• Cuocere a vapore è sano perchè non si utilizzano grassi aggiuntivi!

• Il vapore scioglie i grassi presenti in carne e pesce facendoli colare nell'acqua di cottura.

• Perfetta, poi, è la gestione del grado di cottura che si vuole raggiungere: è semplice controllare la consistenza del cibo man mano che questo cuoce, fino al grado di morbidezza che si vuole ottenere!

• Cuocere a vapore accelera i tempi di scongelamento dei cibi e, nel caso di alcuni pesci conservati, li dissala.

• Invece di bollire frutta e verdura, per poi sbucciarli, è possibile esporli al vapore!

• E' un metodo di cottura igienico ed economico: non sporchiamo la cucina ed il conseguente risparmio di detersivo la rende a tutti gli effetti una cucina ecologica!

• E'anche possibile riscaldare a vapore: tenendo il coperchio semichiuso non rischieremo che il cibo stracuocia, ma lo riscalderemo solamente!

• L'acqua da portare a bollore può essere aromatizzata con spezie ed erbette aromatiche per conferire gli aromi più disparati ai cibi.

• E poi volete mettere quanti punti neri possiamo far fuori con il vapore? No, scherzo!!  ^____^


REGOLAMENTO DELLA RACCOLTA:
Per partecipare è necessario:

• postare nei vostri blog una ricetta che preveda l'utilizzo della cottura a vapore: si possono usare tutti gli utensìli adatti (cestello in bambù, cestello in acciaio, cuscussiera, vaporiera elettrica, pentola a pressione con cestello, varoma del Bimby.. etc..). L'importante è che l'alimento principe del piatto venga cotto a vapore. Poi, per quanto riguarda "l'accompagnamento" potete sbizzarrirvi come più preferite;

• lasciare il link della vostra ricetta come commento a questo post;

• prelevare e pubblicare nei vostri blog il codice o il banner della raccolta -che trovate qui in basso- e inserire un link che rimandi a questo post;

Partecipate anche se non avete un blog! Inviatemi la ricetta, corredata di foto, all'indirizzo anemone.kawaii@gmail.com











Scadenza: 31 dicembre 2009
(Mi riservo, eventualmente, di posticipare la data).


A seconda della adesioni alla raccolta creerò un pdf o un elenco di link alle ricette.

IMPORTANTE!
Dopo il 31 dicembre, sceglierò le tre ricette che prediligo, poi indirò un sondaggio pubblico con cui decreteremo il vincitore, a cui spedirò un dono, naturalmente di ambito culinario!!

Bene.. che la raccolta abbia inizio e a presto con una nuova ricetta!!



 Photobucket




Pollo piccante in foglie di banano di Fiordilatte
Ravioli al vapore di Sweetcook
Cupoletta di riso bianco e riso venere alle verdure di Micaela 
Cannelloni orto-marini di Luby
Zucchina rotonda ripiena di Luby
Finocchi cremosi con croccante di prosciutto crudo di Sunflowers8
Torta rustica di zucca di Carolina
Cous cous di cavolfiore speziato di Lenny
 Scrigni di melanzane e spada di Manu e Silvia
Polpettone di tonno di Lauradv
Fagottini di branzino e verza al vapore di Gloria
Rana pescatrice in saor di ciliegie di Daniela
 Rana pescatrice al vapore con patate rosse, condita con olio aromatico alla lavanda di Daniela
Zucca in saor di Daniela
Ciambella rustica al vapore di Sara
Nasello al vapore con zucchine e salsa allo zafferano di Sunflowers8
Riso al vapore con la salvia di Speedy70
• Salmone al vapore con salsa alle mele di Antonio
Gnocchetti di zucca di Marialuisa


Instagram

© Anemone in Cucina. Design by FCD.