:: Mousse di ricotta con topping ai frutti di bosco ::

18 maggio 2009


Chi mi segue da un non può non essersi accorto della mia passione per la ricotta !

E' un alimento a dir poco versatile: adatta a preparazioni dolci e salate, può essere anche utilizzata come sostituto del burro o della panna!
Insomma, questa è una vera e propria ode alla ricotta! ^___^
Una buona ricotta ( vaccina o caprina o di bufala, l'avete mai assaggiata? ) può essere una vera alleata in cucina.. per cui tenetene sempre un in casa: potrebbe servirvi, ad esempio, per preparare questo dessert fresco, delicato e soprattutto light!!


:: Mousse di ricotta con topping ai frutti di bosco ::
Ingredienti per 3-4 persone:
ricotta vaccina (o quella che più preferite) 250g
albumi 2
miele d'acacia 40g
zucchero a velo 40g ( a seconda dei gusti )
frutti di bosco congelati 200g



Per la mousse: montare a neve ben ferma i due albumi.
Riscaldare leggermente il miele in modo che si sciolga del tutto, e versarlo lentamente nella ricotta. Amalgamare fino a creare un composto liscio. Incorporare gli albumi montati a neve mescolando dal basso verso l'alto. Far raffreddare bene.

Per il topping di frutti di bosco: mettere in un pentolino i frutti di bosco ( precedentemente scongelati ) insieme allo zucchero a velo e cuocere per qualche minuto fino a che si sia formata anche una salsina.

Copio-incollo da Muccasbronza : fate la prova del piattino, versate due gocce di liquido dei frutti di bosco su un piatto, se cola lentamente il topping è pronto.
Far raffreddare bene.
Disporre la mousse di ricotta nei bicchieri.
Versare, a seconda dei gusti, la salsina-topping e guarnire con i frutti di bosco.




N.B: non ricordo, ahimè, la fonte di questa ricetta.
Come mi succede spesso girovagando in rete.. l'ho adocchiata, ricopiata, ma non ho il link! ^__^'
Ricordo, però, che prevedeva l'uso di gelatina in fogli.. che io, volutamente, ho preferito non utilizzare. Se vi va, il perché potete leggerlo sull' illuminante blog di Dario Bressanini !!




Buona settimana a tutti voi.. la mia sarà densa di avvenimenti: ci sarà il concerto più importante della rassegna Musicateneo 2009 !! Speriamo sia un successo! 
Dopo tutta sta fatica.. 

^___^'  !!!!!




:: Pomodori ripieni ::

11 maggio 2009

Photobucket

Questa ricetta è nata per caso.. avevo dei pomodori rossi e della carne tritata da consumare, ma non mi andava il solito hamburger!! 
Così, prima di mandare in ferie il forno di casa per l'arrivo dell'imminente calura estiva, vai con i pomodori ripieni: non li avevo mai preparati.. ebbene mi hanno conquistata! 
La ricetta è semplice, leggera e, come piace a me.. molto speziata!!

:: Pomodori ripieni ::
Ingredienti per 1 persona ( tre pomodori ripieni )
Pomodori rossi maturi ma sodi
carne tritata 130g
pane in cassetta 1 fetta
cipolla metà
latte pochissimo
prezzemolo q.b.
basilico tre foglie
aceto balsamico poche gocce
curry q.b.
aglio in polvere q.b.
noce moscata q.b.
origano q.b.
menta secca q.b.
olio piccante 1 cucchiaino
olio e.v.o. 1 cucchiaino
sale q.b.


Lavare i pomodori, privarli del picciolo e tagliarne la parte superiore in modo da lasciarne intatti circa 2/3. Scolare dei semi e scavarne leggermente la polpa con un cucchiaio affilato, facendo attenzione a non danneggiare l'involucro esterno.
Tagliare a cubetti grossolani la polpa dei pomodori e mettere da parte.

"Spruzzare le ciotoline" ottenute con qualche goccia di aceto balsamico e disporle sul fondo di una teglia leggermente  unta d'olio, con la buccia rivolta verso il basso.
Trasferire la teglia in forno preriscaldato a 180°C per circa 5 minuti.




Nel frattempo, cuocere al vapore, o stufare, mezza cipolla. Far raffreddare.
In una ciotola, versare la carne tritata, la fetta di pane ridotta a cubetti, un goccino di latte, la polpa dei pomodori, tutte le erbe aromatiche, la cipolla, l'olio piccante ed il sale. Amalgamare bene il tutto.
Sfornare i pomodori e farcirli con il composto ottenuto. Irrorare il tutto con l'olio e.v.o. e completare il tutto con una spolverizzata di origano e menta secca. Rimettere in forno per 15 minuti.
A cottura ultimata, estrarre la teglia dal forno e trasferire con delicatezza i pomodori su un piatto o un vassoio da portata. Servirli caldi.




Questa ricetta è tratta da "Cucina al forno" de La Grande Cucina del Corriere della sera e quasi completamente rivisitata da me.


:: Crostata di mele e ricordi di Regensburg ::

4 maggio 2009



Sono tornata!!!! Vi sono mancata almeno un ???
Dài, un pochino!!?? ^__*



Che bella esperienza! Regensburg è una cittadina splendida.. con tanto verde, ordinata, silenziosa, accogliente, e col bel Danubio a darle una luce tutta particolare!
Mentre in Italia pioveva a dirotto, lì c'era un sole assurdo: insomma, bel tempo, bella gente, cibo buono, che volete di più?
Spero di tornarci presto!




A proposito di cibo: carne carne carne.. di tutti i tipi e in tutte le salse!
E poi crauti e birra con succo di limone, pretzel, asparagi bianchi, venduti agli angoli della strade, da sgranocchiare passeggiando..




Strano ma vero: non ho assaggiato dolci! Ma solo per mancanza di tempo.. ecco perché DEVO assolutamente tornarci!! ^__^




Così, al mio ritorno, ho pensato bene di prepararlo io un dolce.. e che dolce!
E vai con una serie di link inimmaginabile: poco tempo fa avevo adocchiato questa crostata di mele da Tulip , che a sua volta aveva preso da Francesca Spalluto su Gennarino. Ma non finisce qui perché l'ho vista anche da Paoletta!
Ok, credo di aver citato tutte le fonti ^__^ !



:: Crostata di mele ::
Ingredienti per uno stampo di 30cm di diametro.

Pasta frolla:
farina 00 250g
farina integrale 70g
burro 100g
zucchero 30g
uovo 1

Composta di mele:
mele 4-5 medie
zucchero 50g
limone ½

Per la decorazione:
mele medie 2
limone ½
composta di albicocche 1 cucchiaio
burro fuso poco
zucchero di canna (facoltativo)
cannella q.b


Copio-incollo (e riadatto) da Paoletta.

Preparare la pasta frolla: setacciare la farina con lo zucchero e procedere come per una normale frolla, sbriciolando velocemente la farina e il burro e amalgamare con l’uovo. Eventualmente, solo se necessario, aggiungere un cucchiaio di acqua ghiacciata.
Far riposare almeno mezz’ora.
Foderare una teglia da crostate di 30 cm di diametro e rimettere in frigo.
Preparare la composta di mele: appena sbucciate le mele, strofinarle con mezzo limone, tagliarle a dadini. Metterle a stufare con lo zucchero in una pentola dal fondo pesante. Non aggiungere acqua, basta tenerle semi-coperte all’inizio. In circa 30-40 minuti sono pronte, devono essere morbidissime, ma non proprio ridotte in purè.
Alla fine scoperchiare e alzare la fiamma, far leggermente caramellare, in ogni caso deve essere asciutto. Stendere su un piatto in modo da far raffreddare velocemente.




Versare la composta di mele nel guscio di pasta frolla.
Sbucciare le mele per la decorazione e strofinarle con il limone. Tagliarle a fettine sottilissime (max 3mm di spessore) e tutte uguali.

Preriscaldare il forno a 220°
Adagiare le fettine di mela sulla composta, bisogna metterle molto serrate, perché le mele in cottura di “restringono”. E' importante che non si veda assolutamente la composta.
Spennellare di burro fuso le mele e mettere in forno.
Dopo 10 minuti abbassare a 170° e continuare per circa mezz’oretta.
Man mano, rigirare la torta e spennellare con un po’ di burro.
Alla fine, spolverare con poco zucchero di canna e burro.
Le mele devono essere dorate, leggermente scure ai bordi, e la frolla dorata.
Stemperare un po’ di marmellata di albicocche con poca acqua, passarla al setaccio e spennellare la crostata.




Note di Paoletta
: a differenza di Francesca, ho aggiunto 2 cucchiai di marmellata di albicocche alla composta di mele. E ho spolverato di zucchero semolato misto a cannella prima di infornare a 200° statico per 10' e poi a 180° fino a completa doratura della frolla.



Semplice ma d'effetto, vero?
Un grosso abbraccio a voi tutti e buona prima settimana di maggio!!

Instagram

© Anemone in Cucina. Design by FCD.