:: La mia prima raccolta e un pò di vacanze anche per me ::

7 settembre 2009


Photobucket



Dopo l'ultimo post, sul pane al vapore, ho iniziato a pensare a quanto mi piacerebbe organizzare una raccolta di ricette che utilizzino proprio questa tecnica di cottura "dolce": il vapore. Che dite, vi piace l'idea? Ho girovagato un pò per il web e non ho trovato nè raccolte nè contest al riguardo, confermate? ^___^

Così, una volta ricevuto il vostro benestare, la raccolta si svolgerà a decorrere da ottobre, quando il blog riaprirà dopo le mie vacanze settembrine!

Eh sì.. un pò di vacanze anche per me: sono in partenza, finalmente!
Mi raccomando, fate le brave/i e non dimenticatemi.. ci risentiamo ad ottobre.. e iniziate a spremere le meningi nell'attesa di partecipare alla mia prima raccolta!!! ^___^'


:: Pane al vapore ::

3 settembre 2009





Ed ecco l'esperimento di cui vi parlavo due post fa, in occasione dei miei primi panini!
Questa volta ho preparato del pane al vapore!
Ebbene sì: anche il pane può essere cotto a vapore!
L'avete mai assaggiato? Magari in un ristorante cinese?
Si tratta di un pane elastico e privo di crosta che può essere servito come antipasto (aromatizzato alle erbette) con formaggi morbidi o come accompagnamento di piatti salati e saporiti. La ricetta che trovate in basso è proprio la stessa dei miei panini all'erba cipollina: naturalmente l'unica variante sta nella cottura!


:: Pane al vapore ::

Ingredienti:
farina rinforzata 500g
acqua 280ml
olio e.v.o. 40ml
lievito di birra 15g
sale 10g
olio piccante q.b.



Preparare il lievitino: scogliere il lievito in 80ml di acqua tiepida, impastare con 150g di farina e lasciar lievitare il tutto per circa 30 minuti in luogo tiepido, alla temperatura di circa 28°C. Disporre la farina restante a fontana, cospargerla di sale, versare al centro l'acqua tiepida e l'olio.

Iniziare a impastare il tutto e, trascorso qualche istante, aggiungere il lievitino, quindi lavorare a lungo l'impasto. A questo punto incorporare l'olio piccante (o altre spezie a piacere) lavorando ancora un pò.
Sistemare la pasta in una terrina, praticare sulla superficie un'incisione a croce, coprire e lasciar lievitare il tutto per almeno un'ora.
Rompere la lievitazione impastando per qualche minuto e formare alcuni panini tondi (o a spirale); disporre ciascun panino su un dischetto di carta forno e adagiarli sul cestello per la cottura a vapore, un pò distanziati gli uni dagli altri.
Lasciar lievitare per 20 minuti, quindi versare in una pentola un pò d'acqua e portarla a bollore : inserire il cestello e coprire col coperchio.
Cuocere i panini a calore elevato per 15 minuti e servirli ben caldi.

Questa ricetta è tratta dal libro "Cucina al vapore" de La Grande Cucina del Corriere della sera.






SUGGERIMENTI:

• Per rendere più saporiti i panini è possibile sostituire il 30% della farina di frumento con altri tipi di farina (di segale, di castagne, di riso..) e aromatizzare l'impasto con un trito di erbe aromatiche o spezie.
• E' estremamente importante che durante la cottura il vapore possa circolare liberamente all'interno della pentola.





Che altro dirvi se non: provate!! Io non ne sono rimasta estremamente colpita.. perchè propendo per qualcosa di più crostoso.. magari potrà essere una piacevole sorpresa almeno per voi!!




^___^'


Instagram

© Anemone in Cucina. Design by FCD.