:: Japanese cheesecake alla ricotta ::

20 aprile 2009



Giornate piovose qui a Bologna, ma molto intense e piacevoli per me: sabato sera c'è stato il mio primo concerto!!
Che emozione! E che soddisfazione dopo tante prove!

E per festeggiare ho preparato un bel dolcino!
Fino a pochi giorni fa non conoscevo minimamente questo japanese style cheesecake.
L'ho visto per la prima volta da tartina e me ne sono innamorata!
Soffice e piacevolissimo al palato, una via di mezzo tra un plumcake e un pan di Spagna, l'aspetto che più mi incuriosiva era la cottura a bagnomaria in forno.. per conferire umidità all'impasto senza seccarlo!
Ottimo.. io, naturalmente, potevo mica stare ferma e seguire pedissequamente la ricetta?
E, inoltre: potevo evitare di inserire anche in questa ricetta l'immancabile ricotta???
NO!! Ed infatti anche qui ho apportato le mie modifiche..poche ma buone! ^__^




:: Japanese cheesecake alla ricotta ::
Ingredienti per uno stampo da 20 cm:
ricotta vaccina 120g
philadelphia light 30g
uova 3
zucchero 80g
latte 50ml
farina 00 30g
maizena 20g
lievito per dolci un pizzico
essenza di arancia 5 gocce
oppure un cucchiaio di marmellata di limoni





Prendo spunto ( e copio-incollo alcune parti ) da tartina:

Lavorare ricotta e philadelphia con 3 tuorli, unire il latte, l'essenza di arancia o la marmellata di limoni. Aggiungere la farina setacciata, la maizena e il lievito.
Montare gli albumi finché siano quasi sodi, poi aggiungere, poco alla volta, lo zucchero fino ad ottenere degli albumi ben compatti. Incorporarli delicatamente, mescolando dal basso verso l'alto, al composto a base di ricotta e philadelphia.

Infine, versare l'impasto in uno stampo foderato di carta da forno dal diametro di 20 cm.
Sistemare lo stampo dentro una teglia più grande, versare un paio di dita di acqua in questa seconda teglia e infornare il tutto a 180° per 70 minuti circa, fino a quando la superficie non si sia scurita.
Lasciare intiepidire e sfornare su una gratella per dolci, facendo particolare attenzione mentre si sposta il dolce.





SUGGERIMENTI:

• La ricetta originale prevede l'utilizzo di burro (50g), che io ho omesso.
In realtà, la prima volta che ho preparato questo dolce l'ho trovato un pò troppo untuoso/grasso e, per prova, la seconda volta, ho tentato senza burro. Decisamente meglio così, secondo me!!

• Inoltre, ecco qui il link alla ricetta di Kja: l'idea della marmellata di limoni mi è venuta leggendo i commenti al suo post!!


Vi abbraccio forte e vi auguro buona settimana!! Per qualche giorno non ci sentiremo: udite udite.. parto con il coro  per la Baviera! In tournèe! ^___^



17 commenti

  1. Buonissima la tortina, e buon divertimento allora !!! Baciiiii

    RispondiElimina
  2. bellissima questa torta!anche io l'avevo vista da tartina e ancor prima sul sito del cavoletto :) mi sa che prima o poi la provo...si insieme alle altre mille ricette in agenda! :) troppi dolci da testare... è stato deletereo iniziare a frequentare i foodblog!!

    RispondiElimina
  3. In bocca al lupo per la turneè.
    Quando torni mi spieghi cos'ha di giapponese questa torta :-)

    RispondiElimina
  4. Dolce e soffice: l'amore.
    Dolce come l'amore della mia amata,
    morbida come la sua pelle...In bocca al lupo...che la tua voce conquisti l'alemagna...

    RispondiElimina
  5. Che bella l'esperienza del coro...ovviamente ci racconterai al tuo ritorno vero? :-) Questo dolce l'ho sentito nominare ma come moltissimi altri non l'ho mai provato...finite le restrizioni da dieta vedrò di darmi alla pazza gioia :-DDD Un abbraccio!

    RispondiElimina
  6. sembra davvero morbido e gosurioso:-9) e complimenti per il concerto....baci imma

    RispondiElimina
  7. che buono! visto che si cimentano tutti, allora ci dovrò provare anche io!!!

    mi farebbe piacere che passassi da me che c'è un post dedicato a voi mie belle gioie col grembiule :D

    RispondiElimina
  8. Che meraviglia... sembra sofficissimo!!!! E complimenti per il vostro successo!!! Kiss

    RispondiElimina
  9. è bellissima...tenta proprio..salvata!!

    RispondiElimina
  10. aspetta, anche tu canti in un coro? anch'io! fantastico :-D che genere fate? noi principalmente musica rinascimentale, ma ci spingiamo fino a mozart. sono curiosissima!

    ah, complimenti per il tuo blog: carino, pulito, elegante, pienodi belle idee: brava :-)))

    RispondiElimina
  11. Ma brava, congratulazioni per il tuo primo concerto! Io di cheesecakes ne ho provate tante, ma in questa versione giappo mai... ho come il presentimento che diventerà un tormentone a casa mia questa ricetta ;)
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  12. Con qst dosi hai ottenuto la torta nella foto?????????

    RispondiElimina
  13. Awwwww
    Che cara che sei *_*
    Sono contenta ti sia piaciuta, e meglio ancora la versione light! ;)

    In bocca al lupo per la tournée!

    Bacissimi*

    RispondiElimina
  14. Questa la devo assolutamente provare.
    Poi, dev'essere anche abbastanza leggera, credo. Magari non in termini di calorie, ma mi dà l'impressione di non essere pesante :-)

    Buon lavoro con il coro! Mamma mia, ma sei una star, addirittura in tournèe :P

    RispondiElimina
  15. sembra sofficissima!!!!
    la copio e la provo!

    RispondiElimina
  16. Il tuo blog ha attirato la nostra attenzione per la qualita delle sue ricette.
    Saremmo felici se lo registrassi su Ptitchef.com in modo da poterlo indicizzare.

    Ptitchef e un sito che fa riferimento ai migliori siti di cucina del
    Web. Centinaia di blog sono gia iscritti ed utilizzano Ptitchef per
    farsi conoscere.

    Per effettuare l'iscrizione su Ptitchef, bisogna andare su
    http://it.petitchef.com/?obj=front&action=site_ajout_form oppure su
    http://it.petitchef.com e cliccare su "Inserisci il tuo blog - sito"
    nella barra in alto.

    Ti inviamo i nostri migliori saluti

    Vincent
    Petitchef.com

    RispondiElimina

Instagram

© Anemone in Cucina. Design by FCD.