..:: Pettole ::..

30 dicembre 2008







Penso a te, nonna.
Quanti momenti, solo nostri, legati a queste frittelle tonde e croccanti: ricordo come fosse ieri quando, china sul fuoco del camino, eri rapidissima nel prepararle.. che darei perchè tornassero quei giorni.. la mia mente scorre velocemente tra i ricordi quasi fosse un archivio e tu sei in ogni scheda, nonna..
Giorni complicati, questi.
Mi rivedo augurare a tutti quella serenità che, in realtà, nella mia famiglia, non c'è stata: ho aspettato questo primo Natale senza te con fare enigmatico. Mi chiedevo:"Chissà come sarà?"
Ora mi sento sollevata perchè è passato, finalmente.






:: Pettole ::
Ingredienti:
farina 1kg
patate 300g
acqua salata q.b.
lievito di birra 15 g (o 3/4 di panetto)
olio e.v.o per friggere
zucchero semolato o miele per accompagnare


Lessare le patate e ridurle a purea. Versare la farina in un contenitore molto capiente : unire le patate, il lievito di birra e impastare il tutto aggiungendo, man mano, l'acqua salata necessaria a rendere il composto estremamente elastico ed appiccicoso. Lasciar lievitare almeno per 3 ore in luogo caldo e asciutto.
Trascorse le ore di lievitazione, il composto sarà rigonfio e pieno di bolle d'aria.
Riscaldare l'olio e.v.o, con le mani unte d'olio realizzare delle sfere di pasta e lasciarle ricadere delicatamente nell'olio. [Nel caso in cui non si volessero usare le mani è possibile aiutarsi con un cucchiaio, sempre ben unto d'olio].
Friggere le pettole finchè non siano ben dorate e gustarle calde, intinte nello zucchero semolato. Sono buone anche al naturale!

N.B: non mangiare tutte le pettole, ma conservarne una parte per il giorno seguente: si consiglia, infatti, di riscaldarle in un tegame con un paio di cucchiai d'acqua e un cucchiaio abbondante di miele!!








24 dicembre 2008





..:: A Natale ::..

Il caldo dei cuori
scioglie il freddo di fuori.
Scambio di doni e affettuosità
intorno al caminetto acceso.

Il Natale è arrivato...
e con lui il regalo più grande:
l' amare.


Anonimo.kawaii



..:: Possa essere un Sereno Natale per tutti ::..



..:: Panettoncini al caffè ::..

22 dicembre 2008








Molto particolare il procedimento di questi dolcetti al caffè!
Ingredienti per circa 20 pezzi:
caffè macinato 2 cucchiai colmi
burro 60g
zucchero 85g
miele 1 cucchiaio
acqua 200ml
farina 225g
cacao in polvere 2 cucchiai
lievito per dolci 2 cucchiaini
latte 3 cucchiai
uovo 1, leggermente sbattuto

Versare in una casseruola caffè, burro, zucchero, miele, acqua e far cuocere a fuoco basso, mescolando, finché lo zucchero non sia sciolto. Portare a bollore, quindi ridurre il fuoco e cuocere per 5 minuti. Versare lo sciroppo ottenuto in un'ampia terrina e lasciare raffreddare.

Non appena lo sciroppo è freddo, setacciarvi la farina e il cacao e mescolare bene. Far sciogliere il lievito nel latte e incorporare al composto insieme all' uovo.

Distribuire il composto nei pirottini e far cuocere in forno già caldo a 180°C per 15-20 minuti. Dovranno risultare ben gonfi e sodi.

Questa ricetta è tratta da MUFFIN, una raccolta di oltre 100 stuzzicanti ricette.





Hanno un sapore molto delicato!
E' da tanto che cerco di fare dei muffins e/o dolcetti al caffè
e questi sono i primi che mi soddisfino!

Non finisce qui, però... ^___^




Vi lascio con delle foto scattate ieri col telefonino: Bologna è splendida in questo periodo..









..:: Biscotti & Biscotti ::..

19 dicembre 2008




Ancora
biscotti per Natale!!
Ispirata da Arietta, ho pensato di rivisitare i
pacchettini realizzati nel post precedente con questo template.



Invece di inserirne solo due
( che sono davvero poca cosa ^___^),
questa volta ho impilato almeno quindici biscottini,
cercando di incastrarli al meglio, e ho chiuso il tutto
ricoprendo sempre con lo stesso template capovolto!!
Il risultato è una piccola scatola aperta a livello degli angoli!




E per completare l'opera ho ritagliato delle etichette rotonde ..




L'impatto finale è davvero bello!! 





..:: Tempo di Natale: biscotti e homemade packaging ::..

14 dicembre 2008


Grazie ad anonimo.kawaii per questa dolcissima dedica..



Che belli i nostri blog addobbati a festa.. è quasi Natale e siamo tutti indaffarati tra compere (parecchio ridimensionate quest'anno, bisogna ammetterlo.. e non come sostiene qualcuno!!) e preparazioni culinarie per amici e parenti!
E allora anch'io do il mio contributo.. ecco a voi questi CUORI DI VANIGLIA.



Ingredienti:
burro a tocchetti 125g
farina 225g
zucchero 125g
uovo 1
essenza di vaniglia 1 cucchiaino

Setacciare la farina in una terrina capiente e amalgamarvi il burro con le dita fino ad ottenere un impasto granuloso. Unire al composto lo zucchero e la vaniglia e impastare ancora. Infine aggiungere l'uovo e lavorare finché l'impasto non risulti soffice.
Avvolgere il composto in un pò di pellicola trasparente e riporre in freezer per 10 minuti.
Trascorso questo tempo, su una superficie leggermente infarinata, lavorare nuovamente l'impasto e stenderlo in una sfoglia alta circa 2,5 cm.
Dopo aver disposto i cuori su una teglia infornate in forno già caldo a 180°C per 15-20 minuti o finché non siano diventati leggermente dorati.




Questa ricetta è tratta dal libricino MUFFIN, una raccolta di oltre 100 stuzzicanti ricette (ed. Gribaudo-Parragon) e leggermente rivisitata da me. E' un bellissimo libro, piccolo piccolo ma pieno di spunti interessanti!


E ora passiamo al packaging: ho scaricato e ritagliato questo template dal sito di Martha Stewart, ed ecco il risultato:







Carini, vero?
Pronti da regalare alle persone che amate..



..:: Premio e MEGA muffins con ricotta e cacao ::..

2 dicembre 2008



Per prima cosa ringrazio di cuore la splendida Bocetta per avermi conferito questo premio!!
Grazieee! ^___^




Copio-incollo il regolamento: vanno premiati 2 blog che secondo voi spiccano sugli altri per grafica, colori, temi e quant'altro. I premi vanno comunicati tramite post ai diretti interessati .Chi riceve il premio, incolla nel blog l'icona del premio e a sua volta lo riassegna.


E ora tocca a me! Non ho dubbi:
Antonella per il suo foodblog Croce e Delizia e
Complimenti ragazze!!
E, visto che ci siamo, perchè non festeggiare tutti questi premi con un bel dolcino cioccolatoso?
Vi piace l'idea?


Pochi giorni fa mi sono imbattuta in questa ricetta perchè cercavo un impasto con ricotta, cacao amaro e arance.. mi ha incuriosita parecchio per l'utilizzo di scorze d'arancia candite (che però non avevo e che ho sostituito tagliando a cubetti piccolissimi la scorza fresca di una arancia).
Ebbene, il risultato è stato spettacolare: un sapore piacevolissimo, la ricotta si sposa bene col cacao e quest'ultimo è azzeccatissimo con l'arancia!!

Ecco qui questi mega muffins:







Ingredienti :
uova 2
ricotta vaccina fresca 250g
latte 100g
estratto vaniglia 7 gocce
farina 140g
zucchero 140g
cacao amaro 50g
lievito per dolci 1 bustina
scorza arancia grattugiata o ridotta a cubetti 1
sale un pizzico

Il procedimento è quello classico dei muffins: lavorare separatamente i composti secchi e quelli liquidi ed infine, con fare piuttosto grossolano, legare le due parti ed infornare.
Per cui, in una terrina montare le uova con la ricotta, amalgamare poco per volta il latte e l'estratto di vaniglia.
In un altro contenitore capiente mescolare bene i composti secchi: farina, zucchero, cacao amaro, lievito e sale.
Incorporare i secchi ai liquidi, mescolare poco, lasciando l'impasto grumoso! Aggiungere la scorza d'arancia.
Infornare a 160° per 25 minuti circa.












..:: Biscotti ai fiocchi d'avena e uvetta ::..

24 novembre 2008










Il freddo è arrivato!! Evviva!
Finalmente è il momento di sciarpone di lana, guanti e.. nasi rossi!
E cosa c'è di meglio che preparare dei bei biscotti da gustare
davanti ad un buon tè e soprattutto con una buona amica?
La ricetta è della mitica dolcetto e leggermente rivisitata da me!
Ingredienti per ca 30 biscotti:
zucchero 100g
uova 1
olio e.v.o. 50g
farina 70g
lievito per dolci 1 cucchiaino
fiocchi d'avena 180g
uvetta 120g
latte q.b.


Mettere in ammollo -in acqua calda- l'uvetta.
Lavorare bene l'uovo con lo zucchero, poi aggiungere l'olio e.v.o.
Incorporare in sequenza: la farina (poco per volta) con il lievito, i fiocchi d'avena, le uvette ben strizzate.
Se il composto risulta poco morbido aggiungere del latte.
Per ottenere dei bei biscottoni disporre la pasta come consiglia :: dolcetto :: fare cadere sulla piastra ricoperta da carta da forno delle cucchiaiate di pasta (un cucchiaio scarso di pasta per ogni biscotto), distanziandole un po' - 3 o 4 cm circa - perchè nella cottura si allargheranno.
Sono davvero buoni! Assicurato!







..:: Quiche con ricotta e zucchine ::..

11 novembre 2008





Ingredienti per 4 persone:
Pasta brisée
1 rotolo
zucchine
3
cipolle medie
2
ricotta
250 g
wustel
4 piccoli
aglio
1 spicchio
olio extravergine di oliva

sale

pepe



Lavare e spuntare le zucchine e tagliarle a julienne.
Sbucciare le cipolle e l'aglio e tritarli insieme, dopo di che farli stufare in una casseruola con 3 cucchiai di acqua e pochissimo olio.
Aggiungere anche le zucchine, salare e pepare. Coprire e lasciar stufare a fuoco lento per almeno 20 minuti.
Nel frattempo tagliare i wurstel a tocchetti.

In una terrina incorporare alla ricotta una metà delle verdure e la maggior parte dei wurstel; mescolare fino ad ottenere un composto omogeneo e, se occorre, regolare di sale.

Stendere la pasta brisée e con essa foderare uno stampo a cerniera del diametro di 22-24 cm.
Distribuire uniformemente la farcia di verdura e ricotta sulla pasta e formare un secondo strato con le rimanenti verdure; ricoprire con il wurstel rimasto.
Irrorare con un filo d'olio e.v.o. e passare in forno preriscaldato a 190° C per 25-30 minuti.

Servire in tavola la quiche tiepida.
Ricetta tratta da: Pizze, focacce e torte salate de "la Grande Cucina" del Corriere della Sera e rielaborata da me.













Clicca qui per scaricare questa ricetta in formato pdf..





5 novembre 2008


Yes, he can!

E' un giorno importantissimo questo..

:: una nuova pagina di storia ::

:: è stata scritta e io ci sono ::

L' America cambia pelle..










:: Rosti di patate e cipolle al curry ::

24 ottobre 2008




..:: Rösti di patate e cipolle al curry ::..




Ingredienti per 4 persone:
patate medie
600g
1 grossa cipolla
curry 1 cucchiaio
paprica 1 cucchiaino
olio e.v.o.
sale
pepe


Lavare le patate e immergerle in una pentola con acqua fredda salata: cuocere per 25 minuti, in modo che infilzandole con una forchetta risultino tenere ma ancora consistenti; scolarle, passarle brevemente sotto il getto di acqua fredda e sbucciarle; appena raffreddate, passarle su una grattugia a fori larghi, raccogliendole in una terrina.

Mondare la cipolla e amalgamare il trito alle patate grattugiate, insaporire con il curry e la paprica, regolare di sale e pepe.

Versare un d'olio in una capiente pentola antiaderente, distribuire uniformemente il composto di patate, pressando sul fondo con una paletta affinché si compatti bene. Lasciar cuocere per circa 10 minuti, quindi rovesciare delicatamente il rösti sulla placca del forno foderata con carta forno e infornare a 220°C per altri 10 minuti, finché si sarà formata in superficie una superficie dorata.
Ricetta tratta da: Vegetariana de "la Grande Cucina" del Corriere della Sera e rielaborata da me.


Questo piatto è davvero buono!!! Da rifare presto!! ^__^







Con questa ricetta partecipamo alla ..::raccolta di ricette light::..




E partecipiamo anche alla raccolta ..::Raccogliamo le patate?::.. del blog di Viviana Cosa ti preparo per cena?



Powered by BannerFans.com


15 ottobre 2008










Nuvola
    Bianca, soffice, come panna montata,
trasportata dal vento, innamorata.
.. si spinge verso te, che come il sole
riscaldi l'amore e l' innamorato ..
.. non fa ombra sul nostro cuore,
ma dona nuova freschezza al nostro
AMORE ..










15 settembre 2008





CILIEGIA ROSSA SU PIASTRELLE BIANCHE

Sono la ladra dei dolci

esposti nel tuo negozio
le mie dita sono appiccicaticce
e non sono riuscita
a metterne uno solo in bocca


Che follia!
Il mio cuore ogni volta che sente bussare
apre la porta.


Il desiderio divampa in me
i miei occhi scintillano
infilo le buone maniere nel cassetto più vicino,
divento Satana
bendando gli occhi ai miei angeli
solo per un bacio.


Bussano alla porta.
Chi è?
Nascondo la polvere della mia solitudine
sotto il tappeto,
preparo un sorriso
e apro.


Sola
non le permetto
di farmi visita.
Volteggia intorno a me
la caccio via.
Eccola
simile a una mosca nera
simile a una orribile mosca nera
vola qui, ronza di là
per atterrare sul profondo del mio cuore.
Tristezza una mucca impazzita
rumina
l'erba e il fieno
della mia estasi.


Lo guardai
attraverso un filo di luce
che filtrava
dalla finestra della mia misericordia.
Il corpo affaticato
disteso accanto a me
affamato come me.


Gli ho fatto cenno
di avvicinarsi
ma ha rifiutato.
Glielo ho ordinato
ma ha disobbedito.
L'ho obbligato
si è avvicinato tremante dalla paura
di toccare
un altro corpo.


Questa sera
un uomo uscirà
in cerca
di una preda
per soddisfare il segreto dei suoi desideri.


Questa sera
una donna uscirà
in cerca
di un uomo che la renderà
la padrona del suo giaciglio.


Questa sera
la preda e il predatore si incontreranno
e si compenetreranno
e forse..
forse
si scambieranno il ruolo.


Lui ha due donne:
una che dorme nel suo letto
e una che dorme nel letto dei suoi sogni.


Lui ha due donne che lo amano:
una che invecchia al suo fianco
e una che gli offre la giovinezza
per poi occultarsi.


Lui ha due donne:
una nel cuore della sua casa
e una nella casa del suo cuore.


Sul letto
una macchia rossa
inumidita dalle lacrime del vergine desiderio.
Ama per la prima volta
e si immerge nell'acqua eterna della vita
quel sudore caldo
e i suoi strani effluvi
che emanano da due corpi
che festeggiano la morte del desiderio.


Si è diretta verso di lui
per offrirgli
i suoi pori
e le sue unghie
decorate da ciliegie
che ha divorato
avidamente.


Se ne è andata
con il cestino del suo cuore
svuotato.


Non era
il tuo dolore
altro che puntura di spillo.
Ma mentre ruoto su me stessa
il mio dolore diventerà
rosso.
Come una ciliegia matura schiacciata
su una piastrella
bianca,
scorgo
un sorriso liberatorio
all'estremità della tua bocca.


Sospesa come particelle d'aria.

Sul tuo cappotto
come una goccia d'acqua sulla punta
del tuo mento.
Come un ragno tra vuoto e vuoto
come un destino
tra le labbra di Dio.


Sei molto diverso dagli altri.
Il tuo segno distintivo:
il mio bacio
sulla tua bocca.


Io e la mia felicità
aspettiamo
le vibrazioni dei tuoi passi.

Maram al-Masri








Instagram

© Anemone in Cucina. Design by FCD.